Live Sicilia

L'ELOGIO

Montezemolo: "Ringrazio la Sicilia
e la sua gente straordinaria"


Articolo letto 5.132 volte
la sicilia, luca cordero di montezemolo, lupo, ringraziamento, ustioni

Dalle pagine de "La Sicilia" il presidente della Ferrari ringrazia l'Isola e i suoi abitanti, passando in rassegna le bellezze del territorio. "Tutti noi - dice - abbiamo il dovere di contribuire a valorizzare questo straordinario patrimonio".

VOTA
5/5
3 voti

Luca Cordero di Montezemolo sceglie le pagine de "La Sicilia" per ringraziare pubblicamente l'Isola e i siciliani che lo hanno accolto ed assistito durante la brutta avventura accorsa al figlio Lupo qualche giorno fa. Il bambino di 3 anni era rimasto ustionato mentre si trovava in vacanza sullo yacht "Mahraba" a Marina di Ragusa. Le ustioni di primo e secondo grado, riportate sul 10% del corpo, erano state prontamente curate presso il centro Grandi ustioni dell'ospedale Cannizzaro di Catania.

Già all'indomani delle dimissioni del figlio, il presidente della Ferrari aveva ringraziato medici e personale per la pronta assistenza. Oggi il nuovo plauso: "Qui ho conosciuto in circostanze diverse due veri centri di eccellenza: la chirurgia plastica diretta dal professor Rosario Perrotta e il Reparto grandi ustionati del Professor Giorgio Stracuzzi". Montezemolo passa quindi ad elogiare la Sicilia, le sue bellezze paesaggistiche e l'umanità dei suoi abitanti: "La mia ultima permanenza in Sicilia mi ha fatto riflettere una volta di più sullo straordinario potenziale di quest'isola che ha nel turismo e nell'agroalimentare due incredibili elementi di ricchezza e crescita".

"Tutti noi, sul continente come sull'isola - prosegue Montezemolo - abbiamo il dovere di dare il nostro contributo per valorizzare questo straordinario patrimonio che deve significare maggior benessere, crescita economica ed occupazione, investendo sul futuro, sui suoi giovani, sull'università e sulla formazione, su un turismo internazionale, con grandi possibilità di attirare capitali stranieri. Grazie ancora Sicilia e arrivederci a molto presto".