All'indomani dell'estromissione dell'Ial, operata del governo, dai finanziamenti regionali e lo spostamento dei dipendenti al Ciapi di Priolo, arriva la replica da parte dello stesso ente.