Live Sicilia

Cicchitto su Dell'Utri

"Berlusconi vittima della mafia"


Articolo letto 1.431 volte

"Esistono prove inoppugnabili, comprese intercettazioni telefoniche che dimostrano che Berlusconi è stato una vittima della mafia al punto che dovette mandare all'estero uno dei figli oggetto di molteplici minacce. Tutti i processi riguardanti questo tema - dice Cicchitto - si sono conclusi con assoluzione".

VOTA
1/5
1 voto

berlusconi, dell'utri, fabrizio cicchitto
Fabrizio Cicchitto
ROMA- "Sempre più spesso, lungo una logica che è quella di una marcata politicizzazione di un settore della magistratura, la motivazione delle sentenze anche quando Berlusconi viene assolto diventano spezzoni di saggi etico-politici che si traducono in esercizi di damnatio politico-culturale nei suoi confronti". Lo afferma in una nota Fabrizio Cicchitto (Pdl) spiegando che "non sfugge ad esse la motivazione della sentenza su Dell'Utri". "Esistono prove inoppugnabili, comprese intercettazioni telefoniche che dimostrano che Berlusconi è stato una vittima della mafia al punto che dovette mandare all'estero uno dei figli oggetto di molteplici minacce. Tutti i processi riguardanti questo tema - ricorda poi Cicchitto - si sono conclusi con assoluzione. Adesso queste motivazioni del processo a Dell'Utri puntano anche a colpire di rimbalzo Berlusconi, ma esse sono state smentite da molte cose sia di tipo processuale sia di tipo più strettamente politico. Si tratta della realtà di fatto costituita da quello che concretamente i governi Berlusconi hanno messo in campo nella lotta contro alla mafia, compreso un ulteriore giro di vite nell'impostazione del 416 bis".

(Fonte ANSA)