Live Sicilia

livesiciliacatania

Andavano allo stadio per la Nazionale
Due giovani muoiono in autostrada


Articolo letto 18.838 volte
a19, autostrada, calcio, catania-palermo, incidente mortale, incidente stradale, italia, polstrada, tremonzelli, Cronaca
Le vittime, Elio Rao e Dario Leone

Le salme dei due giovani acesi che hanno perso la vita mentre andavano a Palermo per la partita della Nazionale sono rientrate a casa stamattina. I funerali si svolgeranno domani alle 16, nella cattedrale di Acireale.  Il cordoglio degli amici su Facebook.

VOTA
2.8/5
25 voti

PALERMO- Doveva essere una giornata di festa. Erano diretti al Barbera per assistere alla partita della Nazionale di calcio. Allo stadio di Palermo non ci sono mai arrivati. La trasferta e le loro vite si sono fermate al chilometro 65 lungo l'autostrada Catania- Palermo. Tra Tremonzelli e Scillato.

Le vittime sono Dario Leone, 28 anni di Acicatena, ed Elio Rao, 29 anni, di Acitrezza. Una terzo giovane, Alfio Pappalardo, ventitreenne, anche lui di Acicatena, è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Civico di Palermo. Il quarto passeggero, Giovanni Leone, fratello di Dario, si trova all'ospedale di Cefalu'. Non è in pericolo di vita, così come il conducente, Salvo Siracusa, ricoverato a Termini Imerese.

Viaggiavano a bordo di una Ford Focus che ha tamponato un autoarticolato. Un impatto violentissimo. La parte superiore della macchina è andata distrutta. È stato necessario l'intervento di un mezzo speciale da Bagheria per spostare l'autoarticolato. Sul fatto che si sia trattato di un tamponamento non ci sono dubbi. Sembrerebbe che una macchina che precedeva la Focus abbia urtato il mezzo pesante, sbandando. A quel punto il conducente della macchina con a bordo le vittime avrebbe cercato di scansarla, finendo la sua corsa sotto l'autoarticolato.

Nel momento in cui è avvenuto l'incidente sulla strada si era abbattuto un violento temporale. L'asfalto bagnato è stato fatale. Le indagini e i rilievi sono affidati agli agenti della Polstrada di Caltanissetta. C'è però, purtroppo, una certezza: due giovani vite spezzate e un'altra appesa a un filo. Doveva essere una giornata di festa. E' diventato il giorno del lutto e del dolore.

Acireale adesso resta col fiato sospeso, nella speranza che i sopravvissuti possano presto tornare a casa, mentre sui social network arrivano già i primi messaggi di cordoglio per chi non ce l’ha fatta. “Unico come sempre - scrive un amico di Elio Rao - educato e amico di tutti,e gran lavoratore !!! Sarai per sempre nel mio cuore !!! Riposa in pace insieme agli angeli come te !!!”

Il sindaco Nino Garozzo in un nota, a nome personale e della Città, esprime “cordoglio alle famiglie per la tragica scomparsa dei due giovanissimi Dario Leone e Elio Rao. Quest’ultimo - afferma - lo conoscevo bene e l'ho visto crescere. Sinceramente addolorato, come l’intera comunità acese che si stringe attorno alle famiglie”.

Il sindaco di Acicatena Ascenzio Maesano a nome di tutta la cittadinanza esprime cordoglio alle famiglie dei due giovani scomparsi e ordina Lutto cittadino, domani domenica 8 settembre dalle ore 15.00 alle 18.00. "Una disgrazia colpisce il nostro comune- afferma. Prematuramente ci lascia Dario Leone, morto a seguito di un incidente stradale, mentre si recava a Palermo per andare ad assistere all'incontro di calcio della nostra Nazionale italiana. Insieme a lui perdeva la vita anche un altro giovane acese. A entrambe le famiglie esprimo il mio cordoglio personale, ho deciso di rinviare l'inaugurazione del campetto di calcio di via Gannelli che doveva celebrarsi stasera alle ore 20,00, e per la giornata di domani domenica 8 settembre ho proclamato nel mio comune il lutto cittadino".

I funerali dei giovani acesi si svolgeranno domani alle 16, nella cattedrale di Acireale, subito dopo i due ragazzi verranno portati al Palavolcan, su richiesta dell’Acireale calcio a 5. Intanto, ad Aci Catena, sarà lutto cittadino,il sindaco Ascenzio Maesano, ha espresso cordoglio alle famiglie a nome di tutta la cittadinanza. Nino Garozzo,sindaco di Acireale,si stringe alle famiglie: “Sono veramente addolorato,conoscevo bene Elio,e l’ho visto crescere.L’intera comunità acese si stringe attorno alle famiglie”.