Live Sicilia

Agrigento

Quando è il barista
a salvare la vita


Articolo letto 6.635 volte

Questa è la storia di Peppe che ha lasciato la macchinetta del caffè, per precipitarsi e compiere un gesto di altruismo.

VOTA
4.2/5
5 voti

agrigento, emorragia, giuseppe sciascia, spagnola incinta, Agrigento
AGRIGENTO- Giuseppe Sciascia, è questo il nome dell’eroe agrigentino di cui parla tutta la cittadinanza, autore di un prezioso gesto d’altruismo. Peppe, come lo chiamano tutti, è il titolare del Cafè Girasole, un noto bar della via Atenea e la scorsa settimana si è reso protagonista di un salvataggio, quando ha accompagnato velocemente all’ospedale una turista spagnola incinta di due gemelli, seduta al suo bar, che aveva un’emorragia e che ha rischiato di perdere i suoi due pargoli. Il gesto è accaduto nella scorsa settimana, Peppe lavorava nel bar di cui è uno dei titolari quando ha visto la donna che stava male, in fretta si è lanciato in soccorso della signora e chiedendo in spagnolo quale fosse il problema ha subito capito che doveva accompagnare la turista, 42enne di Madrid, all’ospedale perché aveva avuto delle perdite di sangue. Il barista non ci ha pensato un attimo e, incurante della gente al bar, ha subito mollato tutto per prendere la macchina ed accompagnare la turista incinta all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

All’ospedale la donna, che accusava forti dolori al ventre, è stata visitata e così si è scoperta l’emorragia, eseguite le cure, la donna è stata dimessa dopo due giorni. Sicuramente la signora ricorderà a lungo questo giorno e magari racconterà ai suoi figli il gesto del barista agrigentino che è stato ringraziato da lei e dal marito ed è stato invitato a trascorrere una vacanza come loro ospite a Madrid.