Live Sicilia

L'ASSESSORE Al turismo

Distretti turistici, Stancheris:
"Gestione non agevole"


Articolo letto 2.338 volte

Intervenuta a Scicli ad un workshop su un modello di eccellenza turistica Michela Stancheris ha parlato dei distretti turistici: "Sono molti e poterli gestire non è semplice. La Sicilia parteciperà all'Expo 2015 ma guardando al portafogli".

VOTA
0/5
0 voti

expo 2015, milano, ragusa, scicli, sicilia, stancheris, Turismo
L'assessore al Turismo, Michela Stancheris con Rosario Crocetta
SCICLI (RAGUSA) - "I distretti turistici, individuati come uno strumento utile per rilanciare questo settore in Sicilia, sono molti e la gestione non è agevole, così come la scrittura dei bandi è stata un po' farraginosa e questo non ha consentito una facilitazione per l'accesso alle risorse". Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo Michela Stancheris, intervenendo a Scicli ad un workshop su un modello di eccellenza turistica.

"Ho chiuso la prima fase di gestione dei fondi comunitari - aggiunge l'assessore - che assegna 26 milioni di euro ai 27 distretti siciliani ma conto di avviare un secondo 'steep' insediando un tavolo di lavoro che pensa ad una promozione turistica della Sicilia capace di creare una vera e propria industria. Grande spazio alla comunicazione che non deve essere però frammentata ma deve partire da un'idea di fondo con un 'clain' unico. Ci vuole un 'cappello' unico per promuovere la Sicilia la Sicilia anche in campo internazionale da supportare con altre iniziative promosse dal basso con bandi per i singoli comuni in modo da creare sinergia nel territorio".

"La Sicilia all'Expo 2015 ci sarà ma con una spesa non illogica ma in linea con la politica di rigore economico portata avanti dal presidente Crocetta". Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo Michela Stancheris, intervendo a Scicli (Ragusa) al workshop su un modello di eccellenza turistica.

"L'interlocuzione col management di Expo 2015 - aggiunge Michela Stancheris - è stata avviata ma la programmazione prevede una presenza parsimoniosa della nostra Regione. Non avremo le somme di grandi colossi che saranno presenti a Milano, ma possiamo lavorare con una sinergia tra marchio Expo e marchio Sicilia sin dalle prossime fiere estere. Oltre a guidare il cluster biomediterraneo, la Sicilia porterà i marchi storici della Sicilia: dalla storia dei Florio a quella del cioccolato di Modica, ai vini siciliani. E in questa programmazione c'è molta sinergia con l'assessore regionale all'Agricoltura, Dario Cartabellotta".