Live Sicilia

Crocetta a La7

"Io eletto dai siciliani, Pd?
Da 9 mesi chiede il rimpasto"


Articolo letto 2.698 volte
crocetta, la7, letta, pd, regione, rimpasto, rosario crocetta, sicilia, siciliani, Politica
Crocetta a La7

"I partiti non capiscono che le istituzioni sono un'altra cosa", dice il governatore in tv.

VOTA
2.4/5
5 voti

PALERMO - “Il governo Letta? Guardate me, sono stato eletto dal popolo siciliano nove mesi fa, e sono nove mesi che il mio partito mi chiede il rimpasto”. Pochi minuti dopo la pubblicazione del suo secondo 'pizzino' su Facebook, molto critico verso il Partito Democratico, Rosario Crocetta usa la poltrona del talk show di La7 'L'aria che tira' per criticare quel modo di fare, “tipico dei partiti della Prima Repubblica”, che “appena insediato un governo, subito pensano a sostituirlo”.

Matteo Renzi, Gianni Cuperlo, Gianfranco Rotondi. Tutti candidati a sostituire Enrico Letta. Ma, dice Crocetta, “aspettate un po' a candidarvi, facciamo lavorare questo esecutivo, visto che tutti noi abbiamo sottoscritto un patto per farlo governare. Possiamo finalmente diventare un Paese normale?”.

Tipo la Germania, dice Crocetta. Lì ci sono le larghe intese, “e nessuno si lamenta. Perché – si chiede il presidente della Regione – qui crea scandalo?”. E Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia gli risponde che forse è perché “c'è una metà del parlamento che vorrebbe vedere in galera l'altra metà, sua alleata”.

Ma sulla vicenda Berlusconi Crocetta non fa sconti a nessuno: “E' la legge che stabilisce che l'ex premier deve andare fuori dal parlamento, una legge che, tra l'altro, avete votato tutti (la legge Severino): se non la volevate perché l'avete approvata?”. Ma i problemi giudiziari di Berlusconi “non devono incidere sull'attività del governo, che – assicura Crocetta – durerà molto di più di quanto si pensi”.