Live Sicilia

La rubrica su youtube

"Le balle di Crocetta"
Il M5S torna alla carica


Articolo letto 3.413 volte

Prosegue la critica dei grillini all'operato del governo regionale. Su youtube una nuova rubrica "che intende smascherare le menzogne del governatore".

 

VOTA
3.7/5
3 voti

crocetta, movimento cinque stelle, partinico, Politica
PALERMO - Il Movimento 5 Stelle dà il via alla rubrica "Le balle di Crocetta": una serie di video che verranno pubblicati periodicamente sul canale youtube del M5S e con cui i grillini siciliani intendono "smascherare le menzogne del governatore". Il primo video, 'Volume 1' è stato pubblicato stamattina, una 'puntata' in cui il M5S espone il caso della Zfu (zona franca urbana) di Partinico, esclusa dalla delibera di giunta del 3 aprile scorso.
"Nonostante questo – spiega Giorgio Ciaccio, deputato regionale dei 5 Stelle – il presidente Crocetta ha condotto la campagna elettorale a Partinico assicurando ai cittadini che la Zfu di Partinico era stata già finanziata. Risultato? L'elezione del candidato del Megafono a sindaco del comune della provincia di Palermo ma esclusione di quello stesso comune dalle Zfu. Una presa in giro dei cittadini di Partinico".

E intanto il Movimento 5 Stelle, sulla questione ha presentato un'interrogazione all'Assemblea regionale. "Solo incompetenti o in malafede?", si chiede la deputata Claudia La Rocca, prima firmataria dell'interrogazione. "Pur avendo i criteri di ammissibilità (popolazione minima di 25mila abitanti e un tasso di disoccupazione comunale superiore alla media nazionale del 2005), Partinico ha infatti ha ricevuto lo stop dal Ministero nel 2008 perché ha calcolato male la zona su cui parametrare le zfu, delimitando un'area con popolazione di oltre il 93 per cento (il limite massimo era il 30 per cento). Inutile e goffo il tentativo di correre ai ripari, perché messo in opera oltre i termini di scadenza. Nonostante la bocciatura però – continua La Rocca – il sindaco, assieme al presidente della Regione, ha continuato ad illudere gli imprenditori col miraggio di sgravi fiscali e contributivi che non ci sarebbero potuti mai essere”. E dal gruppo dei 5 Stelle intanto avvertono il presidente Crocetta: “Ne abbiamo di materiale per continuare la rubrica...”.