Live Sicilia

All'Ars

Crocetta vede Lupo e Gucciardi
Lunedì la direzione del Pd


Articolo letto 4.527 volte
crocetta, lupo, pd, vertice maggioranza, Politica

Il governatore annuncia per martedì un vertice di maggioranza. Ma il segretario dei democratici replica: "Troppo tardi" e convoca la direzione: "Prima di allora il presidente risponda alle nostre richieste, o il partito deciderà di conseguenza". I due, insieme al capogruppo Gucciardi si sono poi incontrati a Palazzo dei Normanni.


PALERMO - Un colloquio durato una mezz'oretta ha mantenuto le distanze più o meno immutate. Lunedì, il Pd terrà la propria direzione regionale. Il giorno dopo, è previsto un vertice di maggioranza. E sul tappeto, tra gli altri, il tema caldissimo del rimpasto di governo. Una vicenda che ormai somiglia a uno sceneggiato. L'ultima puntata, stamattina, ha seguito sostanzialmente due binari: il primo, è quello tracciato dalle note e dalle dichiarazioni del presidente della Regione Crocetta e quelle del segretario dei democratici Lupo. Il primo, annuncia il tanto atteso (e richiesto) vertice di maggioranza per fare il punto sugli eventuali avvicendamenti al governo; il secondo invece "bacchetta" il governatore: "Una convocazione tardiva. Crocetta ci faccia conoscere le sue intenzioni prima di lunedì".

Ma questo chiarimento, pare che non avverrà. Così, le tensioni del partito potrebbero palesarsi in maniera assai veemente nella direzione. Nonostante il tentativo "chiarificatore" di oggi all'Ars, dove un po' a sorpresa si sono incontrati appunto Lupo, Crocetta e il capogruppo Pd Baldo Gucciardi, che ha, come spesso accaduto nelle ultime settimane, vestito i panni del "pontiere". O del "pompiere", se si preferisce. Per cercare di accorciare le distanze tra presidente e partito. E per spegnere i focolai che ormai però rischiano di tramutarsi in incendio appunto in occasione della direzione. Che si farà, salvo sorprese. "Confermo - ha detto infatti Lupo - che la direzione è fissata per lunedì prossimo. I temi che abbiamo sollevato nei giorni scorsi, quindi, saranno oggetto del dibattito del partito".

L’annuncio della convocazione per martedì di un vertice di maggioranza quindi non è servito a molto. Il Pd va dritto per la sua strada. E adesso, lo scontro tra il partito e il presidente Crocetta rischia davvero di compiere un 'salto di qualità'. Crocetta, dal canto suo, non sembra disponibile a riaprire la questione prima del vertice di maggioranza: "Lunedì ci sarà comunque la direzione? - ha commentato laconicamente - E' una decisione che spetta al segretario. Io convoco le giunte, e i vertici di maggioranza, come quello di martedì".

Ma quella riunione, secondo i vertici del PD, è “tardiva”. “Il presidente Crocetta – dichiara Lupo – era perfettamente a conoscenza della nostra intenzione di convocare la direzione del partito per lunedì prossimo. Adesso, se ha risposte da darci, lo faccia entro questa settimana”.

Le risposte che il Pd attende riguardano sempre lo stesso tema: il “rafforzamento del governo”. Ovvero, il “rimpasto”, che alla fine potrebbe essere un “rimpastino”. E al quale comunque finora Crocetta si è opposto: “Non ne vedo la necessità” ha commentato a più riprese il governatore.

“Crocetta sa benissimo cosa chiediamo – aveva ribadito però Lupo prima dell'incontro col governatore all'Ars – adesso trovi dieci minuti, prima di lunedì, per darci una risposta. Altrimenti sarà il partito a decidere”. Prima del vertice di maggioranza.

Ma nessuna risposta, quasi certamente, arriverà nei prossimi giorni. Crocetta infatti sta partendo per Roma, dove affronterà - pare direttamente col premier Letta - la questione dei precari siciliani.

“Siamo stati proprio noi, qualche mese fa – ha spiegato Lupo – a chiedere un confronto con le forze di maggioranza. Ma i temi che noi abbiamo posto, attendono una risposta dal presidente della Regione, non certo dai gruppi di maggioranza. Tra l’altro – ribadisce Lupo – la convocazione di questo vertice arriva con un mese di ritardo". Adesso, il tempo stringe. La direzione incombe. E le tensioni potrebbero esplodere in quel contesto. Sempre che la direzione stessa non "slitti" nuovamente. "Confermo l'appuntamento per lunedì - ribadisce però Lupo - i temi che abbiamo avanzato al presidente potrebbero emergere in occasione della direzione? Ci sarà un dibattito. E il partito deciderà in quella sede quali argomenti affrontare e quali decisioni prendere".