Live Sicilia

L'assessore all'Economia Bianchi

"Comuni, Province, ex Tabella H
Sbloccati ottanta milioni"


Articolo letto 3.401 volte
bianchi, bilancio, Economia, governo, Politica
L'assessore regionale all'Economia, Luca Bianchi

Indicato qualche giorno fa tra gli assessori "a rischio", oggi Bianchi scherza: "Non so chi abbia chiesto la mia sostituzione, ma ringrazio i tanti che mi hanno difeso". Poi spiega: "Entro la prossima settimana le variazioni di bilancio".

VOTA
4/5
4 voti

PALERMO - “Non ho ancora capito chi avesse chiesto la mia sostituzione, ma ho apprezzato i tanti che hanno voluto prendere le mie difese”. L’assessore all’Economia Luca Bianchi ci ride su. Fino a pochi giorni fa, il suo nome era saltato fuori tra quelli degli assessori “a rischio”, in questi giorni concitati in cui si discute delle ipotesi di rimpasto.

“Come vedete sono ancora qua”, scherza l’assessore, reduce da recenti tavoli romani che hanno portato un po’ di ossigeno alle casse della Sicilia. Intese che verranno tradotte in variazioni di bilancio per rispondere ad alcune esigenze urgenti. “Crediamo – ha detto Bianchi – che interverremo sulle vere, grosse emergenze. Concentreremo lì la maggior parte delle risorse liberate. È inutile pensare a microinterventi che risponderebbero solo a logiche individuali o a piccoli interessi”. Così, ecco anche le cifre: 70-80 milioni circa le somme a disposizione. Che verranno utilizzate soprattutto per Comuni, Province, enti e associazioni dell’ex tabella H e Forestali. Ma non solo. “Abbiamo deciso di stanziare una quota di quei soldi per il Fondo sulla svalutazione dei crediti. Ci rendiamo conto – spiega Bianchi – che non si tratta di un intervento molto ‘spendibile’ sul piano politico o comunicativo, ma è fondamentale per mettere al sicuro i conti della Regione”.

Quel “tesoretto”, è il frutto dello sblocco del “Patto di stabilità verticale”. Un allentamento insomma, dei limiti imposti alla spesa, in grado si liberare circa 70 milioni di euro. Ai quali il governo intende aggiungerne un’altra decina: “Stiamo verificando la possibilità – dice infatti Bianchi – di recuperare dieci, magari venti milioni attraverso nuovi risparmi in bilancio”. Per arrivare, appunto, alla somma di 80-90 milioni utili per affrontare le questioni più urgenti: “Indirizzeremo quegli interventi verso i Comuni, le Province e rimpingueremo le somme inizialmente previste per gli enti della cosiddetta ‘ex Tabella H’, portandole da sei a circa 16 milioni di euro”. E con quei soldi, la Regione intende intervenire anche sull’annosa questione dei Forestali: “Con i fondi a disposizione – precisa però Bianchi – dovremmo riuscire a garantire le giornate minime ai lavoratori. Ma al momento non è possibile pensare a integrazioni contrattuali o avanzamenti di carriera. Vedremo se sarà possibile intervenire già in via amministrativa”.

Tutti queste misure, quindi, dovrebbero tradursi in variazioni di bilancio già presentate ieri in occasione della giunta: “Abbiamo solo accennato agli interventi – ha detto Bianchi – e ritengo che si tratti di misure che potranno contare su un ampio consenso, anche tra le forze politiche. Adesso, però, serve qualche ulteriore verifica sugli assetti complessivi del bilancio. Penso che l’ok alle variazioni possa arrivare nella seconda metà della prossima settimana. E all’approvazione, seguirà un nuovo passaggio dal Ministero dell’Economia”. Già, perché in quei giorni, l’assessore all’Economia dovrebbe essere sempre lui: “Sono ancora qui. E devo ammettere - conclude Bianchi - che ho molto gradito il fatto che tanta gente abbia apprezzato il lavoro fatto finora”.