Live Sicilia

tempo d'estate

Favignana chiude la sua estate
con i Tinturia, Fabi e Roy Paci


Articolo letto 2.226 volte

Cosa c'è da vedere in Sicilia venerdì 20 settembre.

VOTA
0/5
0 voti

favignana, nicolò fabi, roy paci, Tinturia
PALERMO - In questo week end di fine estate, le isole siciliane accolgono gli ultimi turisti con eventi di prim'ordine. Favignana, l'isola farfalla, ospita fino a domenica un appuntamento musicale che riunisce i big della musica italina: “Note nell’Arcipelago del vento”. Le due iniziative animeranno le isole popolate adesso soltanto dai residenti e pochi turisti selezionati in un crescendo di emozioni dedicate all'arte. Si parte stasera, 21.30, l'evento musicale interamente organizzato da Lello Analfino, leader dei Tinturia, che porta sul palco di piazzale Barraco, alle spalle di Palazzo Florio, grandi nomi della musica come Luca Barbarossa, Sergio Caputo, Niccolò Fabi, Roy Paci, Erica Mou, Supercomboband, Me’Tresse e gli stessi Tinturia.

Un festival cinematografico che valorizza giovani filmaker, talenti internazionali e pellicole che meritano di essere riscoperte. Tasca d’Almerita sostiene il Salina Doc Festival sin dalla prima edizione, un coinvolgimento attivo con il “Premio Tasca d’Almerita - Miglior documentario” che da quest’anno sarà scelto da una giuria popolare, presieduta da Emma Dante. Salina Doc Festival, nato nel 2007 da un’idea di Giovanna Taviani ha trasformato il "documentario narrativo" in un genere capace di grande impatto popolare e territoriale. Il tema di quest’anno è “La riscoperta del Bene comune”, un invito a riscoprire le bellezze del proprio Paese, un patrimonio collettivo spesso dimenticato.

Dalle isole al vulcano, da Salina a Catania. Chitarra classica e percussioni mediterranee sono gli strumenti protagonisti del concerto di stasera, alle 21, al Castello Ursino per la rassegna Classica & Dintorni. Di scena Giovanni Seneca, raffinatissimo chitarrista e compositore, insieme a Francesco Savoretti alle percussioni mediterranee con lo spettacolo “Errando”. Si tratta del quinto album del musicista marchigiano con brani composti ed eseguiti su tre modelli di chitarre speciali, straordinari strumenti d’epoca creati da eccellenti liutai e restituiti all’antico splendore dopo un attento intervento di restauro. Fra questi la chitarra battente, un antichissimo strumento della tradizione del sud Italia - diffuso in Campania, Puglia e Calabria dove è ancora molto usato - che nelle mani di Seneca approda a nuove sonorità.

Al via stasera a Palermo la prima giornata del premio di performance “Presente Futuro 2013– performance art award” – la seconda giornata sarà sabato 21 - giunto alla seconda edizione. Dieci compagnie/performers si alterneranno sul palco del Libero, presentando dieci performance di 15 minuti ciascuno a partire dalle ore 20.00. L’edizione del premio di quest’anno prosegue il percorso iniziato già nel 2012 sulla performance, secondo la definizione di luogo virtuale dove si assiste a un continuo slittamento tra il medium naturale di un determinato ambito espressivo verso i media che sarebbero propri di altri ambiti, privilegiando il rapporto d’inusitata immediatezza tra l’interprete-performer e il pubblico. Performance, dunque, da intendersi come atto artistico dove il tempo e lo spazio, il corpo dell’artista e la sua relazione con il pubblico, divengono oggetto d’indagine privilegiato. Obiettivo del premio è dare visibilità alla ricerca sperimentale e alla cultura della interdisciplinarietà nei diversi ambiti artistici propri della performance. Il premio sarà assegnato alla performance più corrispondente al progetto.