Live Sicilia

STRASBURGO

Condanna per diffamazione
Belpietro vince la causa


Articolo letto 3.891 volte
belpietro, libero, ricorso, strasburgo

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per aver violato il diritto alla libertà d'espressione dell'attuale direttore di Libero. Lo Stato deve versare a Belpietro 10 mila euro per danni morali e 5 mila per le spese processuali.

VOTA
0/5
0 voti

STRASBURGO - Maurizio Belpietro ha vinto il suo ricorso a Strasburgo contro la condanna per diffamazione inflittagli per la pubblicazione, nel novembre 2004, di un articolo firmato da Raffaele Iannuzzi dal titolo 'Mafia, 13 anni di scontri tra pm e carabinieri', ritenuto diffamatorio nei confronti dei magistrati Giancarlo Caselli e Guido Lo Forte. La Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per aver violato il diritto alla libertà d'espressione dell'attuale direttore di Libero. Lo Stato deve versare a Belpietro 10 mila euro per danni morali e 5 mila per le spese processuali.