Live Sicilia

la polemica su facebook

"Crocetta vicino agli agenti?
Falso, li ha strumentalizzati"


Articolo letto 8.771 volte

Alla militante del Pd Ragusa Valentina Spata e Mariangela Di Gangi, dirigente iscritta a Sel, non vanno giù le dichiarazioni del governatore in merito alla sua visita agli agenti della scorta feriti: "Possiamo assicurare che Crocetta non era al Cannizzaro, ha usato gli agenti come scusa per difendersi".

VOTA
3.8/5
21 voti

auto, crocetta, facebook, ospedale, polemica, scorta
PALERMO - Hanno creato qualche polemica le parole del governatore Rosario Crocetta, che ieri da Catania ha fatto sapere che non avrebbe partecipato alla direzione regionale del Partito democratico per stare accanto agli uomini della sua scorta, feriti nell’incidente stradale che ha visto coinvolto anche il presidente della Regione rimasto, però, illeso. “Sono esterrefatto – ha detto ieri Crocetta – che mentre io vivo uno dei momenti più brutti della mia vita il Pd parli di politica: gli uomini della mia scorta rischiano ancora la vita”. Arrivata direttamente al San Paolo Palace di Palermo, dove era in corso la direzione regionale del partito, la risposta di Crocetta – raccontano – non è piaciuta affatto. “Usa la sua scorta per accusare il Pd”, ha detto qualcuno. Qualcun altro, invece, lo ha scritto pubblicamente su Facebook.

A criticare il governatore stavolta sono state due giovani Ragusa Valentina Spata, militante del Pd riferente all'area di Fillippo Civati, e Mariangela Di Gangi, dirigente iscritta a Sel vicina a Erasmo Palazzotto. "Stamattina sono andata a Catania, al Cannizzaro, per far visita a Enzo e Tony, gli agenti della scorta rimasti feriti nell'incidente di sabato – ha scritto la Di Gangi – . A loro mi lega un particolare affetto e con loro ho condiviso tante esperienze, che non ho alcuna intenzione di sbandierare ai quattro venti per qualche ‘like’ in più. Ho passato alcune ore accanto alle loro famiglie, insieme a Rita (Rita Borsellino, ndr), grazie alla quale ho avuto il piacere di conoscerli tanti anni fa. Non stanno bene, non è tutto passato. Purtroppo. Ma continuano a lottare, come sono abituati a fare. Questi sono fatti miei, fatti privati, tutti miei e di cui non avrei affatto voluto scrivere su un social network, perché possiedo almeno senso del pudore. Ma ho appena letto le dichiarazioni del Presidente Crocetta, che stamattina, posso assicurarlo, non era in ospedale con me".

"E sono sinceramente sconcertata dall'uso improprio che si possa fare della sofferenza di quelle che sono, innanzitutto, delle persone. So che il presidente è stato accanto a quelle famiglie da subito dopo il brutto incidente, ma trovo squallido tirarli in mezzo alla triste vicenda dei rapporti tra il suo esecutivo e il Pd siciliano. Per fortuna, Enzo e Tony – ha continuato – non "stanno rischiando ancora la pelle". Sono stabili e, ripeto, combattono con al fianco le loro famiglie per tornare presto tra i propri cari. Se il presidente ritiene di conoscerlo questo "linguaggio del cuore", veda di non confonderlo con quello dei giornali. Accetto tutte le sue forme di populismo, ormai mi ci sono abituata. Ma questo mi pare davvero troppo”.

Stessi toni quelli della democratica Spata “Io rimango assolutamente sconvolta nel leggere le dichiarazioni del presidente Crocetta – ha scritto su Facebook la Spata – . E siccome dico sempre ciò che penso mi permetto di suggerire al Presidente, che ho sostenuto e votato, di non strumentalizzare i "suoi" agenti di scorta e la brutta vicenda che li ha visti protagonisti dell'incidente degli scorsi giorni. I problemi, evidenti, che ha con il Pd, in parte per colpa sua e in parte per colpa della nostra classe dirigente, non hanno nulla a che vedere con le condizioni di salute di Tony ed Enzo. Tirarli in ballo per accusare il Pd è stato un errore grandissimo ma anche una mancanza di rispetto e di profonda umanità. Per difendersi utilizzi argomentazioni valide e non la salute di due uomini che non sono di suo possesso. Indignata!”.

In una precedente versione dell'articolo si era fatto riferimento a Valentina Spata come 'ex militante del Pd', ci scusiamo con la diretta interessata e i lettori per l'errore.