Live Sicilia

La replica

Fondazione O'Scià:
"Da Aricò notizie errate"


Articolo letto 2.256 volte

In merito all'intervista di Livesicilia all'ex assessore al Territorio Alessandro Aricò la fondazione O' Scià ha replicato con una nota.

VOTA
0/5
0 voti

aricò, baglioni, lampedusa, lo bello, o'scia
PALERMO -  Riportiamo integralmente la replica della Fondazione O'Scia:

"La scrivente Fondazione intende, con il presente comunicato, replicare alle dichiarazioni dell’ex assessore al Territorio della Regione Siciliana, Alessandro Aricò, pubblicate in data 13 settembre 2013 da LiveSicilia sotto il titolo “Che fine ha fatto O’Scia’? Aricò: “Evento mai finanziato”.

Quanto affermato dall’ex assessore Aricò non corrisponde a quanto risulta alla Fondazione O’Scia’.

Si pubblicano infatti l’istanza della Fondazione O’Scia’ all’Assessorato al Territorio datata 3 settembre 2012 e la nota datata 24 settembre 2012, prot. n. 3215/GAB, con cui l’Assessorato al Territorio ed Ambiente, in persona dell’Assessore, ha concesso alla Fondazione O’Scià un contributo di Euro 50.000,00, comprensivo di IVA per la partecipazione alla realizzazione del citato evento, poi effettivamente svoltosi in Lampedusa dal 27 al 29 settembre 2012.

La nota è in parziale adesione alla proposta formulata dalla Fondazione O’Scia’ in relazione alla manifestazione O’Scià, X Edizione 2012.

Il contributo è stato concesso, si legge nella predetta nota, “a valere sui fondi in dotazione al Consiglio regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale (C.R.P.P.N.)”.

Infine, è scritto: “Il Signor Capo di Gabinetto è incaricato, a seguito della presentazione della documentazione di rendicontazione della manifestazione da parte della Fondazione O’Scia’, di porre in essere gli adempimenti conseguenziali per dare esecuzione alla presente”.

Si ritiene evidente, al contrario di quanto affermato dall’ex assessore Aricò, che nessuna altra comunicazione né modifica al progetto era dovuta dalla Fondazione O’Scià, avendo la nota dell’Assessore al Territorio già comunicato – come visto - l’adesione al progetto O’Scia’. In ogni caso, nessuna richiesta di modifica al citato progetto è stata ricevuta dalla scrivente Fondazione. Si precisa che anche per l’edizione 2011 di O’Scia’ l’Assessorato al Territorio ha contribuito alla realizzazione della manifestazione.

Quanto appena documentato consente di replicare anche a quanto affermato dall’attuale Assessore al Territorio, Mariella Lo Bello, la quale, secondo quanto riportato da LiveSicilia, avrebbe dichiarato: “non c’è nulla che dimostri che quelle somme (ndr) gli erano state accordate”.

Peraltro, risulta nell’articolo di LiveSicilia che l’assessore Lo Bello avrebbe anche manifestato la propria disponibilità a contribuire economicamente all’edizione 2013 di O’Scia’. Quanto riportato è però in netto contrasto con quanto riferito dallo stesso assessore in un incontro a Roma con il Presidente ed il Segretario Generale della Fondazione O’Scia’, allorchè è stato chiarito che l’assessorato non aveva fondi a disposizione. La medesima indisponibilità per mancanza di fondi è stata rappresentata anche dall’assessore al Turismo, Michela Stancheris.

Con impossibilità, oltre che inutilità, per la Fondazione di presentare il progetto O’Scia’ per l’anno 2013.

Si attende quindi dall’Assessorato al Territorio una risposta istituzionale diretta (non attraverso gli organi di stampa), documentata e chiara sulla questione, al fine di non pregiudicare ulteriormente la posizione finanziaria della Fondazione O’Scia’.

Si confida in un dialogo con il Presidente della Regione Siciliana affinchè tutto il patrimonio artistico e culturale che O’Scià ha saputo valorizzare non vada perso".

Fondazione O’Scia’