Live Sicilia

Lavoro

Forestali, sindacati annunciano
"Siglato l'accordo col governo"


Articolo letto 3.919 volte

L'intesa prevede il finanziamento delle giornate di lavoro garantite per legge ad addetti alla manutenzione e agli addetti antincendio delle varie fasce (78 giornate, 101 e 151).

VOTA
3.6/5
5 voti

accordo, forestali, sicilia, sindacati
PALERMO - Un accordo sul settore forestale è stato siglato oggi dal governo regionale (dagli assessori all'ambiente e all'agricoltura e dal capo di gabinetto della presidenza della Regione) e dai sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil (Flai, Fai e Uila). L'intesa prevede il finanziamento delle giornate di lavoro garantite per legge ad addetti alla manutenzione e agli addetti antincendio delle varie fasce (78 giornate, 101 e 151). Per l'operazione, riferiscono i sindacati, serviranno circa 45 milioni. Entro il primo ottobre, inoltre, l'Azienda e il comando del corpo forestale dovranno trasmettere agli uffici periferici del lavoro le richieste di avviamento al lavoro e di prosieguo dei rapporti già esistenti, puntando ad attuare quanto previsto dall'accordo del 2009 sul perseguimento della maggiore stabilità occupazionale.

Sarà inoltre avviato un gruppo di lavoro misto governo - sindacati per il riordino del settore, unificando i contingenti sotto un unico Assessorato, superando la logica delle perizie e istituendo un capitolo unico per gli operai a tempo indeterminato. "E' un accordo importante- commentano Salvatore Tripi (Flai), Fabrizio Colonna (Fai) e Gaetano Pensabene (Uila)- che sblocca positivamente la vertenza. Si danno certezze ai lavoratori e si condivide un'idea sul futuro del settore, convenendo che il riordino è un obiettivo irrinunciabile, per la salvaguardia dei boschi e dell'ambiente, per la tutela e sicurezza del territorio, ridisegnando la mission del sistema forestale che può incrementare produttività, redditività e vedere crescere l'occupazione". L'accordo prevede anche la ripresa delle trattative sul contratto di lavoro e sull'integrativo vincolandole però all'operazione di riordino e l'impegno del governo a trovare le risorse per gli arretrati contrattuali ai lavoratori dell'antincendio.