Live Sicilia

ORLANDO: "NON SARA' UN SEMPLICE SONDAGGIO"

Town meeting e partecipazione
Si parte dalle pedonalizzazioni


Articolo letto 1.467 volte

Presentato il percorso in cinque tappe promosso per promuovere la partecipazione dei cittadini su temi strategici come pedonalizzazioni e recupero della costa.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il comune di Palermo apre alla partecipazione: inizieranno il 9 novembre, infatti, i primi cinque “town meeting” che consentiranno ai cittadini di discutere insieme di pedonalizzazioni, qualità dei servizi offerti dalle circoscrizioni e postazioni decentrate, recupero della costa e raccolta differenziata nelle zone di nuova individuazione. Temi di stretta attualità e che spesso generano conflitti tra la cittadinanza e l’amministrazione o fra gruppi di cittadini (come residenti e commercianti nel centro storico).

Ecco perché piazza Pretoria terrà cinque assemblee con un meccanismo già sperimentato con successo in Veneto e in Toscana ma alla sua prima assoluta al Sud. Per ogni tema si svolgerà una fase preparatoria (con sondaggi e interviste anche telematiche), per poi arrivare al town meeting: cento persone, suddivise in dieci tavoli tematici (declinazioni del tema base) che potranno discutere con l’ausilio di due addetti, ovvero un moderatore e un responsabile per la sintesi dei dibattiti. Sintesi che verranno poi proiettate su uno schermo consentendo a tutti di sapere cosa si discute nei singoli tavoli.

“Non è un sondaggio su cosa pensano i cittadini, né una delibera in senso stretto – ha chiarito il sindaco Orlando, che ha presentato stamane l’iniziativa insieme all’assessore Giusto Catania - non si tratta di far votare ai partecipanti una proposta o un’opinione, ma di far funzionare quest’esperimento di “agorà” palermitano, che ha lo scopo di favorire il dibattito costruttivo tra i cittadini su tutta una serie di temi trasversali, che vanno dalla pedonalizzazione, al recupero della costa, alla raccolta differenziata, in uno splendido esempio di democrazia partecipativa. Gli incontri saranno caratterizzati da parità ed eguaglianza nelle condizioni di accesso e di svolgimento del dibattito, in modo che i cittadini possano contribuire concretamente ai processi decisionali che l’Amministrazione avvierà sui ai temi indicati. L’esperimento avrà funzionato solo se chi ha partecipato avrà cambiato opinione, proprio in virtù del confronto con chi la pensa diversamente”.

Un modello che, nelle intenzioni dell’amministrazione, dovrebbe divenire permanente, condizionando così anche le amministrazioni future. “L’Amministrazione comunale sceglie un percorso di partecipazione che vogliamo si radichi all'interno della struttura - ha spiegato l'Assessore Catania - e proprio in questa ottica stiamo già formando il personale comunale. Poi, a partire dal 9 novembre con l'incontro sulle pedonalizzazioni, questo percorso avrà il suo cammino che diverrà parte integrante del sistema di costruzione delle decisioni da parte dell'Amministrazione. Quello che oggi parte è un percorso sperimentale, ma immaginiamo che possa e debba diventare il metodo di lavoro standard della macchina amministrativa".

Da definire ancora il quinto town meeting, mentre è già attivo il blog etmpalermo.wordpress.com, che sarà affiancato anche da una piattaforma multimediale.