Live Sicilia

Mafia, la decisione della Cassazione

Confisca dei beni definitiva
per Lo Iacono, uomo di Madonia


Articolo letto 3.674 volte
VOTA
0/5
0 voti

cassazione, confisca beni, genova, liguria, mafia, piddu madonia, Caltanissetta
GENOVA - La Corte di Cassazione, dichiarando inammissibili i ricorsi, ha confermato la confisca dei beni sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Genova a Antonino Lo Iacono, residente nel capoluogo ligure e considerato elemento di spicco della famiglia mafiosa dei Madonia. Antonino Loiacono, condannato nel 2003 a 20 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti era uomo di fiducia di Piddu Madonia e costituiva 'l'appendice' a Genova della famiglia di cosa nostra di Vallelunga Pratameno (Caltanissetta) anche per la gestione delle estorsioni nell'Italia settentrionale e per il reimpiego dei proventi derivanti dal traffico di sostanze stupefacenti in investimenti immobiliari. Tra i beni confiscati, conti correnti bancari e postali, abitazioni, terreni, negozi e magazzini a Genova, Alessandria e Caltanissetta per un valore di circa due milioni di euro.

(Ansa)