Live Sicilia

La segnalazione di un lettore

Rifiuti in via La Malfa
La Rap: presto un intervento


Articolo letto 1.311 volte
VOTA
5/5
3 voti

, Cronaca
PALERMO - Bottiglie di plastica, sterpaglie, carta, cartone e rifiuti di ogni tipo. È così che si presenta da circa sei mesi una delle arterie principali presenti alle porte della città. A segnalare lo stato di degrado delle aiuole di via Ugo La Malfa è Michele Mangiapane, un lettore che ha inoltrato a Livesicilia una lettera inviata al sindaco Leoluca Orlando per denunciare la situazione incresciosa in cui versano entrambe le carreggiate di via Ugo La Malfa, nella zona compresa tra Euronics e McDonald's. "La parte peggiore - spiega Mangiapane - va però dal bar Gulliver fino alla fine dell'ex centro commerciale Auchan". Una zona occupata soprattutto da aziende e attività commerciali e in cui la parola "decoro" sembra da tempo ormai sconosciuta. "Ogni giorno - scrive Mangiapane al sindaco - percorro tratti di questa strada a piedi, per recarmi dal mio ufficio a pranzo in uno dei tanti punti di ristorazione: questo tragitto si rivela una giornaliera gimcana tra i più svariati tipi di rifiuti, alcuni dei quali, le posso garantire, giacciono da più di sei mesi nello stesso punto in cui sono stati abbandonati dal cittadino poco civile e contestualmente libero di gettare qualsivoglia rifiuto ovunque vista la mancanza assoluta di deterrenti". Una situazione che diventa motivo di critica e irrisione anche da parte di molti colleghi del signor Mangiapane, provenienti da varie parti d'Europa che "scattano foto coi cellulari per prenderci in giro. Questo non è giusto - continua il lettore - perché ritengo che qui ci sia molta gente che con sacrificio e dignità cerca di vivere una vita normale, desiderando almeno servizi essenziali in cambio delle tasse pagate".

Dalla Rap, contattata da Livesicilia per segnalare la situazione, fanno sapere che l'azienda, per quanto concerne lo spazzamento, interviene nel fine settimana. "Lì insiste pure un problema di aghi di pini - spiegano -. Interverremo, per quanto di competenza, quanto prima per effettuare una pulizia".