Live Sicilia

All'Orto Botanico

Arte(inorto)
Iko e Palmizi a Palermo


Articolo letto 966 volte

Una riflessione sul rapporto tra Natura e Arte e sul valore del riciclaggio nelle espressioni artistiche contemporanee

VOTA
0/5
0 voti

arte, iko, orto, palermo, palmizi, Palermo, Zapping
Palermo  - Presso l’Orto Botanico di Palermo una riflessione sul rapporto tra Natura e Arte e sul valore del riciclaggio nelle espressioni artistiche contemporanee, attraverso le opere di Iko, presente con le sue tele, sintesi ed espressione del progetto Flower Power,  e Palmizi, con il suo riuso creativo e “verde” in Green Art riuso e design.
“Nel riciclaggio pittorico dei suoi fiori che accompagnano la nostra vita, che occupano un angolo della nostra esistenza e ci regalano colori e sensazioni con ricordi e profumi, fiori – come scrive IKO- il cui potere si nasconde nelle parti che non vediamo della loro bellezza, fiori che scolano e scivolano fuori dalle tele quasi a volere uscire dalla dimensione in cui si nascondono – le peonie rivisitate nella loro forma estrema e iperreale fino a divenire altro da sé e frattalica forma cromatica, come nelle ninfee di Monet, ci captano nell’iperspazio e ci riconquistano ai reali fiori della serra che donano alle tele il profumo dove l’artista attinse la sua memoria e trasformò incolore l’emozione documentata da queste opere in mostra.
Così sulle tele di sacchi contenitori di caffè o spezie e altri frutti esotici, le reti recuperate, le maglie e i tessuti e merletti trovati, gomene e corde , si trasformano in pesci, tonni guizzanti o immobili sagome, che diventano tappeti delle immaginarie case marine, sculture flessibili o mattonelle traslucide con fiori per omaggiare Warhol, nei lavori di Mimmo e della sua Officina Palmizi che nobilita i rifiuti ritappezzando poltrone dismesse e ridando dignità ai tondi svuotati dei loro antichi specchi e alle lattine vuote del pomodoro di Campobello che segnano la provenienza sicula dei nostri artisti.