Live Sicilia

VIA ANTINORI

Nascondeva la droga in officina
Meccanico in manette


Articolo letto 1.920 volte

Pietro La Bianca nascondeva all'interno della sua officina di via Antinori una busta con ventisei stecchette di hashish pronte alla vendita. Ordine di carcerazione eseguito invece dalla polizia per Gioacchino De Gregorio, condannato per associazione a delinquere e traffico di droga.

VOTA
5/5
1 voto

arresto, droga, hashish, meccanico, Officina, spaccio
PALERMO - E' stato arrestato con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Si tratta di un meccanico di 51 anni, Pietro La Bianca, che nascondeva all'interno della sua officina di via Antinori una busta con ventisei stecchette di hashish pronte alla vendita.

I carabinieri della stazione Olivuzza hanno effettuato un controllo all'interno della sua attività, trovando la droga nascosta in un cassetto.

Ventisette grammi in tutto, sequestrati insieme a sessanta euro, considerati proventi dell'attività di spaccio. Il meccanico è così stato arrestato e condotto in caserma.

La polizia ha invece eseguito un ordine di carcerazione per Gioacchino De Gregorio, 48 anni. Condannato definitivamente a 11 anni ed 8 mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, dovrà scontare un residuo di otto anni, sette mesi e dodici giorni.

Secondo l'accusa faceva parte di un gruppo riconducibile alle famiglie Di Gregorio e Bontate e impegnato nell'importazione di eroina dalla Turchia tra l'inizio anni Novanta e fino alla prima metà del Duemila. Oltre alla reclusione, all'uomo è stata inflitta una pena pecuniaria pari a 56.000 euro