Live Sicilia

la polemica sul quotidiano

"Se l'ex pm entra dalla finestra"
Avvenire se la prende con Ingroia


Articolo letto 2.268 volte

avvenire, avvocato, ingroia, palermo, parte civile, trattativa
PALERMO - "Se l'ex-pm rientra dalla finestra". E' il titolo di un corsivo con cui il quotidiano cattolico Avvenire se la prende con la decisione di Antonio Ingroia di farsi avvocato di parte civile nel "discusso processo di Palermo sulla presunta trattativa Stato-mafia", che secondo il giornale della Cei "continua a far parlare di sé, con una continua esposizione mediatica sensazionalistica che finisce per oscurare la dimensione processuale vera e propria".

"L'ultima trovata - spiega - è la decisione a sorpresa di Antonio Ingroia di rappresentare una delle parti civili". "È vero - sottolinea Avvenire -, nessuna legge impedisce a un pm che ha istruito il processo di parteciparvi come avvocato. Ma è pur vero che da chi si è fatto spesso paladino della legalità e della correttezza ci si sarebbe aspettato un sussulto di dignità, evitando di rientrare dalla finestra in un processo dal quale è uscito volontariamente e dalla porta principale, poco prima che iniziasse il dibattimento, tra lo sconcerto di molti suoi colleghi".