Live Sicilia

PALERMO, PIAZZA FLORIO

Aggredisce automobilisti e agenti
Posteggiatore abusivo arrestato


Articolo letto 5.146 volte
VOTA
3.7/5
6 voti

arresto, ghanese, palermo, parcheggiatore abusivo, piazza florio, polizia
PALERMO - Si trovava lì ormai da mesi. Chi abita nella zona di piazza Florio lo conosceva bene: al parcheggio della propria auto pretendeva almeno un euro, altrimenti erano guai.

Minacce e insulti erano all'ordine del giorno e hanno raggiunto il loro culmine la scorsa notte, quando la richiesta di soldi si è ripetuta per decine di automobilisti che dovevano recarsi in alcuni locali in via Mariano Stabile. Un sabato sera movimentato quello di alcuni giovani che dovevano raggiungere degli amici in un pub: la loro è stata soltanto una delle telefonate arrivate nella notte al 113.

L'abusivo è infatti stato segnalato più volte nel giro di pochi minuti alla polizia, rendendo necessario l'intervento di una volante. Il giovane aveva discusso già con gli automobilisti, che sarebbero anche stati seguiti per qualche metro da Boateng Kusi Agyei, ghanese 25enne, fermato poco dopo dagli agenti.

La polizia ha infatti chiesto immediatamente i documenti al parcheggiatore, ma quest'ultimo ha risposto con violenza, insultando e scagliandosi contro gli agenti: le manette sono scattate per resistenza a pubblico ufficiale e domani, il 25enne sarà giudicato per direttissima.

Soltanto la scorsa settimana in arresto era finito un posteggiatore abusivo palermitano. Antonio Martino, di 56 anni, è finito ai domiciliari: dopo avere pedinato una donna che aveva appena parcheggiato, ha strattonato con violenza i poliziotti arrivati sul posto, insultandoli. Soltanto all'inizio di settembre, altri due parcheggiatori abusivi erano stati arrestati.

Due uomini che avrebbero agito insieme ad Antonino Fontana, il posteggiatore finito in manette per la sparatoria davanti all'ex Chimica Arenella, nei pressi del locale"Moro". Gli agenti della sezione contro la criminalità diffusa della Squadra mobile, i Falchi, hanno arrestato Salvatore Cosenza, 62 anni, residente in via Rocky Marciano, allo Zen, e Guido Galifi, anche lui sessantaduenne e residente in via San'Agatone, quartiere Arenella.