Live Sicilia

LA CRISI A ROMA

La Borsa non crolla
Spread sotto quota 280


Articolo letto 836 volte

Nonostante la situazione di instabilità politica, l'indice Ftse Mib dopo poco più di mezz'ora di scambi cede l'1,9 per cento. Il differenziale tra i titoli italiani e quelli tedeschi è a 279.

VOTA
0/5
0 voti

borsa, crisi, governo, letta, spread
ROMA - Partenza difficile ma senza crollo per Piazza Affari: l'indice Ftse Mib dopo poco più di mezz'ora di scambi cede l'1,9% a 17.303 punti. Dopo un avvio in apnea tutti i titoli principali sono rientrati dall'asta di volatilità e il peggiore è Fonsai (-4,5%), seguito da Intesa e Ubi (-3,9%). Male anche Unicredit (-3,7%) e Mediaset (-3,6%, con Mediolanum e Mondadori ritornate agli scambi con cali simili), mentre Mps cede il 3,4%. Netta controtendenza per Telecom, che cresce del 2,9%.

Lo spread Btp-Bund torna sotto i 280 punti base (279) e il rendimento del titolo decennale italiano è al 4,55%. Il differenziale tra i decennali di Spagna e Germania oscilla su 264 punti base e il tasso dei Bonos spagnoli è al 4,40%, con il divario tra Italia e Spagna a 15 punti base.