Live Sicilia

IL PUNTO

Gesip, Orlando a Roma punta
su mobilità orizzontale ed esodo


Articolo letto 3.117 volte

Il sindaco ha incontrato nella Capitale il segretario generale del ministero del Lavoro, Paolo Pennes, e il direttore generale dell'Inps Mauro Nori.

VOTA
3.2/5
9 voti

gesip
PALERMO - Missione romana per il sindaco Leoluca Orlando che oggi, insieme all’assessore al Bilancio Luciano Abbonato e al liquidatore della Gesip Carlo Catalano, ha incontrato il segretario generale del ministero del Lavoro, Paolo Pennes, e il direttore generale dell'Inps Mauro Nori. Un vertice servito a iniziare un dialogo, col dicastero, per il futuro dei 1800 dipendenti Gesip e di tutto il sistema delle partecipate.

“Tenuto conto della volontà espressa dall'Amministrazione di garantire a tutti i lavoratori l'attuale livello di reddito - si legge in una nota dell’amministrazione Orlando - sono stati fissati alcuni punti fermi su cui sarà elaborata una proposta da condividere con le parti sociali”. Proposta che si baserà su mobilità orizzontale, ottimizzazione delle risorse, internalizzazione dei servizi e incentivi all’esodo e all'uscita dal precariato. “Sulla base di tali elementi - continua la nota di Palazzo delle Aquile - l'intera materia sarà ora oggetto di un approfondito lavoro da parte dell'Inps e del Ministero, da cui scaturirà una proposta da discutere con le parti sociali”.

Al netto delle dichiarazioni ufficiali, però, sembra impossibile che mobilità orizzontale e prepensionamenti possano bastare ad assorbire tutti e 1800 i dipendenti che da gennaio dovranno fare i conti con la fine della cassa integrazione.