Live Sicilia

la crisi di governo/2

Miccichè attacca Alfano:
"Da lui atto di profonda viltà"


Articolo letto 5.400 volte
alfano, berlusconi, micciché, viltà
Gianfranco Miccichè

"Abbandona Berlusconi nel momento in cui sta ricevendo un attacco concentrico di proporzioni inaudite, il peggiore che si sia mai visto nella storia politica italiana".

VOTA
3.7/5
15 voti

PALERMO - "Abbandonare oggi Berlusconi è un atto di profonda viltà. E' vile perché questo è il momento in cui sta ricevendo un attacco concentrico di proporzioni inaudite, il peggiore che si sia mai visto nella storia politica italiana". Così il leader di Grande Sud, Gianfranco Micciche'. "Quello compiuto da Alfano & Co. - continua Micciche' - è un atto di cui dovranno rispondere alla loro coscienza, prima che ai loro elettori. Anche io, in passato, per dissenso, mi sono allontanato da Berlusconi; ma almeno posso dire di averlo fatto per pure divergenze di vedute e senza ombra di vigliaccheria, in un momento in cui lui era forte ed era ancora Presidente del Consiglio". "Oggi - conclude Micciche' - mi sento legato a Silvio Berlusconi da un doppio filo che intreccia motivazioni politiche, stima personale e grande senso di gratitudine per ciò che sono".