Live Sicilia

Vertice a Roma

Termini, corsa contro il tempo
Vancheri: "Cig, i soldi ci sono"


Articolo letto 1.674 volte

Incontro oggi al ministero. La Regione assicura che ci sono i fondi per la cassa integrazione per il 2014. I sindacati restano in allarme. Il governo nazionale: "Vertice positivo". Ci si è aggiornati all'11 ottobre: entro quella data devono essere formalizzate le coperture

VOTA
0/5
0 voti

cassa integrazione, fiat, linda vancheri, maurizio landini, termini imerese, Economia
Linda Vancheri
PALERMO - I fondi per la cassa integrazione in deroga per i lavoratori Fiat di Temrini Imerese ci sono. Lo assicura l'assessore alle Attività produttive Linda Vancheri, che oggi ha partecipato a Roma all'incontro presso il ministero dello Sviluppo economico. L'assessore parla di “moderato ottimismo” per il futuro dell'area industriale, dopo il vertice di oggi, a cui ne seguirà un altro già programmato per l'11 ottobre. Di incontro “positivo” parla il sottosegretario allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti. Nel corso dell'incontro sono state illustrate le tre iniziative imprenditoriali per il rilancio di Termini Imerese. "Attività - ha detto De Vincenti - che a regime dovrebbero generare 400-500 posti di lavoro. Questo significa che stiamo cercando altre iniziative significative per aumentare i posti". In gioco ci sono infatti 1.500 posti di lavoro, secondo quanto riferito dai sindacati. "Per fare tutto questo però - ha concluso il sottosegretario - serve un governo stabile".

I sindacati restano in allarme. ''Per l'incontro dell'11 ottobre - ha detto il segretario della Fiom Maurizio Landini - ci aspettiamo che ci sia l'accordo sul rinnovo della cassa integrazione in deroga per il 2014 e lo stop a qualsiasi procedura di mobilità''. Il periodo di cassa integrazione straordinaria scade a fine 2013. Entro dieci giorni, dunque, governo nazionale e regionale dovranno formalizzare la nuova cig per scongiurare l'avvio delle procedure di mobilità. La cassa integrazione, dichiara l'assessore Vancheri, “ci sarà anche per i lavoratori dell'indotto e la copertura c'è per tutto il 2014”. “Le risorse si attendono anche per i lavoratori dell’indotto, le aziende infatti hanno fatto sapere che non hanno nulla in contrario alla proroga della cig, se le somme saranno disponibili anche per questi lavoratori”, dicono Milazzo e Scavuzzo della Cisl.

Quanto al futuro dello stabilimento, dato ormai per scontato il disimpegno di Fiat, si pensa all'insediamento delle nuove iniziative imprenditoriali. Per due progetti si è già in uno stadio avanzato e si dovrebbe partire nei primi mesi del 2014. Si tratta dell’azienda del settore energetico Mossi Ghinossi (azienda del settore energetico il cui piano industriale partirà nella primavera), e della Biogen (partenza a febbraio). “Nessuna novità invece sul progetto di Radiomarelli che dovrà occupare circa 300 lavoratori. La Regione infatti – commentano Mimmo Milazzo, segretario Cisl Palermo Trapani, e Giovanni Scavuzzo della segreteria provinciale Fim Cisl Palermo Trapani – ha fatto sapere che l’azienda non ha ancora presentato il piano industriale. Ci auguriamo che proceda presto per dare una speranza di reale occupazione ai lavoratori“. “Ci sono altre aziende che si sono fatte avanti, la settimana prossima avremo un incontro – dice l'assessore Vancheri -. Da parte della Regione c'è la massima disponibilità a lavorare sull'attrazione degli investimenti. Speriamo che anche il governo nazionale faccia la stessa cosa”.