Live Sicilia

Ars

Approvato il ddl
sugli impianti sportivi


Articolo letto 1.385 volte

Il provvedimento riduce da 30 a 15 anni il vincolo di destinazione d'uso per gli impianti sportivi realizzati con finanziamenti pubblici regionali.

VOTA
0/5
0 voti

ars, ddl, impianti sportivi
Toto Cordaro
PALERMO- Con 51 voti a favore e nessun voto contrario l'Assemblea regionale ha approvato un disegno di legge a firma Toto Cordaro (Pid) e Fabrizio Ferrandelli (Pd) che riduce da 30 a 15 anni il vincolo di destinazione d'uso per gli impianti sportivi realizzati con finanziamenti pubblici regionali. “Un vincolo che oggi – ha spiegato il deputato Pd Ferrandelli, co-autore della legge – risulta anacronistico se si considera che un impianto sportivo ha bisogno di continue modifiche: l’aggiunta di una scala, di uno spogliatoio, ad esempio”. E proprio questo vincolo, secondo i deputati che hanno presentato il ddl, è diventato “un ostacolo di crescita imprenditoriale”.

Il termine di quindici anni, certo, è ancora lungo. Ma Ferrandelli ha spiegato anche che dare un termine di soli due o tre anni “darebbe troppi margini a qualche furbetto per fare lottizzazione”. Così la legge si ‘limita’ a dimezzarlo. Restando sempre in conformità con i vincoli urbanistici e con i fini inizialmente previsti nel finanziamento pubblico. “Così restiamo perfettamente in linea con la normativa nazionale e comunitaria”, ha commentato il capogruppo del Pid Toto Cordaro, che ha pensato la legge. Il testo è stato approvato a Sala d’Ercole con solo un emendamento tecnico, anche questo a firma Cordaro, che accorpa i due articoli.