Live Sicilia

La polemica

Pdl, grillini e addetti ai lavori
Tutti contro la Stancheris


Articolo letto 4.423 volte
pogliese, sport spettacolo, stancheris, trizzino, Politica

Pogliese (Pdl): "Cancellato in commissione un emendamento che destinava allo sport due milioni. L'assessore non è mai venuta in commissione". Trizzino (M5S): "E' sempre assente. Anche agli incontri che convoca lei". I lavoratori del mondo dello spettacolo: "Venga sostituita in giunta".


PALERMO - “L'assessore Stancheris è sempre assente. Il governo si disinteressa dei problemi dello sport e dello spettacolo”. Il dissenso è ampio. E giunge da direzioni diverse. Il Movimento cinque stelle, il Pdl, ma anche qualche associazione di “addetti ai lavori” oggi protestano. E i motivi sono diversi.

“Il governo regionale e la maggioranza, - ha dichiarato ad esempio il vicepresidente dell'Ars Salvo Pogliese (Pdl) - con la bocciatura in Commissione Bilancio dell’emendamento da me presentato, insieme ai colleghi Falcone e Vinciullo, per vincolare 2 milioni da destinare allo sport, dimostrano ancora una volta grave insensibilità per le esigenze del settore sportivo siciliano, sia di vertice che di base, già duramente colpito dalla ‘scomparsa’ dei contributi previsti dalle leggi 18/86 e 31/84, e i cui finanziamenti negli ultimi tre anni sono passati da 12 milioni di euro agli zero euro di quest’anno.”.

L'emendamento di Pogliese, Falcone e Vinciullo impegnava il Governo regionale a vincolare due milioni di euro dello stanziamento aggiuntivo di 6.636.000 euro dell’ex ‘tabella H’, all’interno della quale erano già inseriti gli stanziamenti per lo sport, al finanziamento del settore sportivo.

“L’auspicio ora – prosegue Pogliese - è che maggiore sensibilità sia dimostrata dall’Ars in sede di variazioni, affinché si destinino allo sport siciliano fondi adeguati per sostenere le migliaia di società sportive che quotidianamente lottano per trasmettere i sani valori dello sport e far conoscere positivamente la Sicilia in Italia e nel mondo attraverso la partecipazione ai campionati di vertice”.

Ma, come detto, ad avere infastidito i deputati è anche l'atteggiamento dell'assessore Stancheris: "Durante questa legislatura - racconta Pogliese - vi sono stati due incontri ufficiali in commissione bilancio ed in quarta commissione con tutto il mondo dello sport siciliano (Coni, Federazioni sportive, enti di promozione) e puntualmente l'assessore non si è presentata. Un atteggiamento molto grave, che testimonia - conclude il vicepresidente dell'Ars - la sua assoluta insensibilità verso il grido di dolore proveniente dal mondo dello sport, in assoluta agonia".

Ma, come detto, gli scontenti sono davvero tanti. E un'ulteriore stoccata nei confronti dell'assessore al Turismo arriva dal Movimento cinque stelle. “"Lo sport siciliano – ha commentato il presidente della quarta commissione dell''Ars Giampiero Trizzino - si è stancato di questa giunta. Così non si va da nessuna parte”. L'attacco del deputato grillino è il frutto dell”ennesimo forfait dell'assessore regionale allo Sport e Turismo, Michela Stancheris, ad un'audizione con i vertici dello sport isolano ormai alla canna del gas.

L'assessore, - prosegue Trizzino - che ha inviato in sua vece due funzionari, a quanto pare non ha potuto sottrarsi ad un impegno col presidente Crocetta a Roma. Quasi tutti i rappresentanti dello sport siciliano ascoltati oggi in commissione Ambiente e Territorio hanno lamentato l'assenza di dialogo con l'assessore Stancheris quest'anno”.

Ma Trizzino lamenta anche il disinteresse del parlamento nei confronti dei temi legati allo sport: la commissione Bilancio ha infatti bocciato un emendamento a nome del collega grillino Giorgio Ciaccio che rifinanziava per un totale di 3 milioni euro il capitolo spese della legge 8.

“Occorre – afferma Trizzino – dare assolutamente ossigeno alle attività sportive, rifinanziando le leggi 8, 16 e 31. Nonostante il disinteresse della Stancheris. comunque, noi andiamo avanti con le nostre proposte. Stiamo lavorando tutti assieme per presentare una legge quadro che dia respiro alle realtà sportive isolane. Auspico una unione di intenti da parte delle federazioni, degli enti di promozione, del Cip e Coni, senza il quale il ddl non potrà vedere facilmente l'Aula”. Intanto domani Trizzino incontrerà i vertici nazionali del Coni e del Comitato paralimpico.

Dallo sport allo spettacolo, il salto è breve. E una ulteriore “censura” nei confronti della Stancheris arriva da un'associazione che si definisce come gli “Stati generali dello spettacolo in Sicilia”. “L’assessore al Turismo Sport e Spettacolo, - hanno fatto sapere attraverso una nota - con deboli motivazioni e neanche tanto sottili tecniche dilatorie, ha per l’ennesima volta evitato il confronto con i rappresentanti della maggioranza degli Organismi teatrali, musicali e di danza siciliani, da lei stessa convocato per il 6 novembre 2013. La massima autorità regionale in materia di Spettacolo ancora una volta nega il dialogo sulle gravissime e urgentissime problematiche del settore, come già accaduto il 29 aprile, il 20 maggio, il 10 luglio scorsi”.