Live Sicilia

Impresa a Palermo

Startup Weekend, primo premio
a un robot ritira-calici


Articolo letto 3.872 volte
VOTA
3/5
5 voti

, Economia
PALERMO - Si chiama ArduDrink ed è un robot che ritira i bicchieri dai tavoli per conto di bar, ristoranti ed enoteche. E a concepirlo è stata una squadra di ragazzi under-30 che hanno avuto un weekend per concepire l'idea del prodotto e studiare un business plan per venderlo. È questa la startup più promettente presentata allo "Startup Weekend" di Palermo, l'iniziativa per rilanciare l'inventiva dei giovani siciliani: ad ArduDrink, la cui idea è stata premiata da una giuria composta da giornalisti, imprenditori ed esponenti del mondo universitario, è andato il primo premio della rassegna, che consiste in un anno di incubatore di impresa messo a disposizione dal Consorzio Arca, in una consulenza per lo sviluppo del business plan, in una consulenza informatica, in un buono da 200 euro per i servizi di marketing Moo e nel servizio di web hosting.

L'idea dello Startup Weekend è molto semplice: 90 giovani hanno proposto 23 idee di impresa, 12 delle quali sono state ammesse alla fase finale. I dodici prototipi di impresa sono stati sviluppati da venerdì a stamattina e oggi pomeriggio sono stati presentati alla giuria. Il risultato è un fiume di idee, un trionfo di inventiva applicata al territorio siciliano. Il secondo premio - web hosting e consulenza informatica più 50 ore di assistenza al co-working messe a disposizione da Neu/Nòi - è andato proprio a un progetto che valorizza la sicilianità: l'app Ciciro, che permette di comprare gli ingredienti dopo averli mangiati al ristorante.

La tecnologia, del resto, l'ha fatta da padrone. Il terzo premio - web hosting e consulenza informatica - è andato ex-aequo a due aziende che proprio sul web fanno affidamento: Untrac3d, una piattaforma di sviluppo per videogiochi che dà la possibilità agli utenti di suggerire cosa modificare nel gioco, e Ticket-to-go, un'applicazione che permette di acquistare i biglietti dei mezzi pubblici direttamente online e che permette di pianificare il viaggio in autobus. A quest'ultima startup è andato anche il premio del pubblico, che consiste in una menzione speciale, mentre un premio del Consorzio Arca (12 mesi in incubatore) è stato assegnato al progetto Guardingo, un antifurto che si basa sulla rete wi-fi per rilevare intrusioni e che dunque non ha bisogno di costosi sensori.

L'iniziativa, ospitata dall'Istituto Vittorio Emanuele III e che ha visto LiveSicilia nel ruolo di media partner, ha visto anche un curioso siparietto finale: la scuola, infatti, è attualmente occupata, e gli studenti, che hanno consentito alla kermesse di avere ugualmente luogo, alla fine hanno chiesto al sindaco Leoluca Orlando, presente con una folta rappresentanza della giunta, di ascoltare le ragioni della protesta. "Io - ha ricordato il primo cittadino - sono sempre vicino a questo tipo di manifestazioni. Quando ero studente ho occupato la facoltà di cui mio padre era preside".