Live Sicilia

La convention

Leontini: "Poca incisività
sull'immigrazione"


"L'operazione Frontex non è che l'emblema della inefficacia di misure che nessuna incisività hanno prodotto". La convention.

VOTA
3.7/5
3 voti

Innocenzo Leontini
PALERMO- "Una Unione europea che non fa della integrazione e della cooperazione delle priorità per il proprio territorio non può che essere responsabile del fallimento di certi provvedimenti. Mi riferisco alla sconfitta di tutta l'Unione europea, non della Sicilia o dell'Italia, in materia dei flussi migratori clandestini. L'operazione Frontex non è che l'emblema della inefficacia di misure che nessuna incisività hanno prodotto. Con la conseguenza che comunità come Lampedusa, Pozzallo, Porto Empedocle, Siracusa ed altre ancora devono affrontare situazioni di emergenza e di disperazione umana. L'Unione europea di domani dovrà affrontare questa piaga con ben altre risorse economiche e in piena collaborazione e sinergia con le comunita' interessate". Cosi Innocenzo Leontini, candidato di Forza Italia alle elezioni europee in una affollata convention all'hotel Astoria, alla presenza, tra gli altri, degli onorevoli Saverio Romano, Toto Cordaro, Roberto Clemente, Giusy Savarino.

"
Un partito che riparta dal territorio e che affronti le questioni sociali ed economiche a Bruxelles con la forza di un consenso che proviene dalle comunita''. Ha esordito cosi Leontini all'hotel Astoria, sottilineando l'importanza di un appuntamento elettorale che assume un chiaro significato politico. La manifestazione è stata aperta da Pippo Enea e introdotta da Giusy Savarino, ritornata alla politica attiva "per sostenere una persona perbene qual è Innocenzo Leontini, uomo coerente e coraggioso al punto da lasciare la carica di capogruppo Pdl pur di non recitare la parte dello yesman. Per quanto mi riguarda sono convinta del voto a Innocenzo ma rimango scettica sulla capacita` di Forza Italia di portare sino in fondo il suo rinnovamento nel territorio".

Per Roberto Clemente "la sfiducia dei cittadini nei confronti della politica si combatte con la partecipazione e con l'impegno". Toto Cordaro ha fatto riferimento alla cultura, alla competenza e all'onestà. di Leontini, uomo e politico di spessore. "Il voto alle europee assume un significato politico e di prospettiva e non solo perché riafferma i valori del centrodestra ma anche perché mira al rafforzamento di un'area politica che ha grandi potenzialità se solo ritrova unità ed entusiasmo. Innocenzo Leontini merita tutto il nostro appoggio, perché rappresenta nel migliore dei modi la nostra alternatività alla sinistra, ai populismi e alla protesta fine a se stessa". Saverio Romano infine ha indicato "la prospettiva di un centrodestra che si rinnova mantenendo quel patrimonio di valori e di idee di cui si è fatto interprete Berlusconi per un Paese veramente moderno, capace di affrontare alcuni nodi strutturali come il fisco, la giustizia, il sostegno alle imprese, il presidenzialismo e uno Stato leggero".