Live Sicilia

Palermo - l'inaugurazione

Il tram percorre i primi 800 metri
Orlando: "Dedicato a Santa Rosalia"


Articolo letto 12.974 volte
orlando, romeo, tram, Cronaca

di ROBERTO IMMESI Il sindaco, il cardinale Romeo, le autorità ma anche una piccola folla di curiosi hanno tenuto a battesimo il lungo treno bianco che è arrivato fino a Ponte Ammiraglio per la gioia dei palermitani.

VOTA
4.8/5
4 voti

PALERMO - C’è chi aspetta alla fermata, chi sale per fare una foto, chi guarda incuriosito e anche chi domanda a che ora si parte. I palermitani accolgono con favore la novità del tram che nel pomeriggio è stato al centro di una piccola cerimonia di inaugurazione con il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore regionale Lucia Borsellino, l’arcivescovo Paolo Romeo, le aziende costruttrici e una folta rappresentanza di assessori e consiglieri comunali e di circoscrizione.

Una inaugurazione a tutti gli effetti con tanto di palchetto per le autorità, buffet, bottiglia di spumante e fotografie di rito. E attorno una folla di curiosi, dipendenti dell’Amat e della Sis, autorità, tutti accorsi per vedere muovere il tram per la prima volta (anche se è già da qualche giorno che uno dei 17 convogli fa qualche prova). Il treno bianco, lungo 32 metri e capace di accogliere fino a 250 passeggeri, ha percorso appena 800 metri, dall’incrocio tra corso dei Mille e via Amedeo d’Aosta fino al ponte Ammiraglio. Quasi un chilometro a bassissima velocità con il tram pieno di politici e autorità, corsi per vedere il mezzo all’opera.

In realtà i primi biglietti si potranno staccare solo dalla prossima primavera, visto che la linea 1, che collega Roccella alla Stazione, per entrare in funzione deve aspettare la costruzione del nuovo ponte sull’Oreto e quindi per il momento ci si limita al pre-esercizio. Per il resto però l’pera è completa con tanto di pensiline, display luminosi, macchine per l’acquisto dei biglietti e a bordo comodi sedili e aria condizionata. Una novità accolta con favore dai palermitani che, armati di smartphone, hanno immortalato il treno ma anche loro stessi a bordo del convoglio. A settembre comincerà anche l’addestramento degli autisti (in tutto saranno 55), mentre l’Amat assicura di essere alle battute finali per il direttore d’esercizio senza il quale niente si potrà muovere. “Dedichiamo questa opera a Santa Rosalia - ha detto il sindaco sul palco - e ringraziamo il professore Tullio Giuffrè che ha dato un contributo fondamentale per mettere il tram sui binari. Adesso toccherà all’Amat farlo funzionare, facendo costare il biglietto sempre meno”.

Non è stato ancora deciso quale sarà il prezzo del ticket, anche se sarà unico con gli autobus, né quante saranno le corse per linea. Ma intanto il tram c’è e i palermitani cominciano a toccarlo con mano. “Palermo cerca di essere adeguata al suo ruolo di città metropolitana - ha detto Orlando - entro il 31 dicembre 2015 Palermo avrà tre linee funzionanti. Il tram serve per creare l’unità della città e alleggerire il traffico: uno di questi mezzi è l’equivalente di un chilometro di auto”. “Il Festino di Santa Rosalia - ha detto Romeo - è una simbiosi tra la città e la santa, guardando a Rosalia Palermo si sente unita verso l’avvenire. Uno strumento che dovrebbe facilitare la mobilità umana, con costi contenuti ed evitando sprechi, stanchezze e solitudine, che dovrebbe favorire il sentirsi città”.