Live Sicilia

Infrazione

Discariche irregolari
La Ue sanziona la Sicilia


Articolo letto 3.283 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Economia, Politica
PALERMO - L’Ue bacchetta la Sicilia: arrivano sanzioni per la mancata bonifica delle discariche siciliane e per l’irregolare depurazione delle acque reflue. L’Europa torna così a sanzionare l’Isola in materia di ambiente e tutela della collettività. In Sicilia, le discariche irregolari sono dodici e costeranno alle casse di Palazzo d’Orleans, scrive oggi il Giornale di Sicilia, circa 200 mila euro ciascuna. A causa dei mancati interventi di bonifica lo scorso giugno è scattata la prima penale per 2,4 milioni di euro a cui si aggiunge la nuova sanzione irrogate a dicembre dall’Ue per una sanzione complessiva pari a 4,8 milioni di euro. Somma destinata ad accrescere sino a quando le discariche irregolari non saranno bonificate. Dure critiche al governo regionale da parte dei Verdi: “ Le ultime sanzioni previste dalla Comunità europea – dichiarano Carmelo Sardegna e Stefano Di Blasi - non sono altro che la certificazione della politica fallimentare dei nostri amministratori regionale. Si prepara per i cittadini siciliani – concludono i portavoce dei Verdi – un anno di ulteriore aumento delle imposte per far fronte ai maggiori carichi, derivanti dalla gestione dei rifiuti e della eco tassa per le amministrazioni che non effettuano al meglio la raccolta differenziata”.

Infatti, insieme al problema discariche è in corso un procedimento a carico della Sicilia per la mancata depurazione delle acque reflue. Nel 2012 è stato stanziato dal Governo nazionale circa 1 miliardo di euro per consentire ai Comuni siciliani di mettere a norma le proprie reti fognarie e gli impianti di depurazione, ma i progetti presentati sono spesso rimasti bloccati, con la conseguente condanna a pagare 185 milioni di euro, sanzione che è destinata ad accrescere se non verranno realizzati interventi “riparatori” nell'immediato.

L’elenco delle discariche irregolari fornito dalla Commissione europea al Movimento 5 Stelle: San Filippo del Mela, Cammarata, Racalmuto, Siculiana, Leonforte, Augusta (Campo sportivo e Rada di Augusta), Paternò, Monreale, Mistretta, Cerda e Priolo.