Live Sicilia

La nota

Piano giovani, Marziano:
"Nessun euro distolto per i debiti"


Articolo letto 4.022 volte

L'assessore alla Formazione: "La giunta regionale ha approvato una delibera con cui si autorizza l’utilizzo di 16 milioni di euro per fare ripartire le attività del Cerf. Nello specifico le risorse serviranno per finanziare una delle 9 priorità del Piano giovani, la priorità 3 denominata “ForGio”".

VOTA
5/5
3 voti

PALERMO - "Nessun euro distolto dal Piano giovani e nemmeno fondi utilizzati per pagare debiti della Regione: verrà attivata la priorità 3 “ForGio”, proprio del Piano giovani, destinata alla formazione". A dichiararlo è stato l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Bruno Marziano. La giunta regionale, - si legge in una nota dell'assessorato - su proposta dell’assessore Marziano, ha approvato una delibera con cui si autorizza l’utilizzo di 16 milioni di euro per fare ripartire le attività del Cerf. Nello specifico le risorse serviranno per finanziare una delle 9 priorità del Piano giovani, la priorità 3 denominata “ForGio”, che prevede l’attivazione di progetti di formazione per i giovani da parte di un ente, il Cerf, che ha vinto un ricorso nei confronti della Regione.

"Non si dirotta nessun euro – ha dichiarato l’assessore regionale Marziano - dal Piano giovani verso debiti della formazione, poiché queste risorse, voglio sottolinearlo, serviranno per finanziare una delle 9 priorità del Piano giovani, la priorità 3 denominata “ForGio”, che prevede l’attivazione di progetti di formazione per i giovani. Nessuna distrazione di fondi, dunque, né furto di futuro come, in modo roboante, ma anche assolutamente inappropriato, è stato annunciato da qualcuno. Come riportato chiaramente nella delibera, in cui viene delineato uno scenario di mantenimento e di rilancio della strategia complessiva del Piano giovani, i tirocini formativi rimangono una priorità e verranno finanziati con altre forme di finanziamento a valere con la seconda annualità del Fondo sociale europeo.

Fatta questa anticipazione contabile, si farà la verifica di quanti giovani delle prime due “finestre” sono ancora interessati ai tirocini formativi e con le somme residue si avvieranno questi tirocini già previsti sempre con le prime due “finestre”, mentre con le altre forme di finanziamento sarà avviato l’ultimo step».

I contenuti della delibera approvata dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore e del dirigente, verranno illustrati nel dettaglio nell’ambito di una conferenza stampa che si svolgerà mercoledì 13 gennaio 2016 alle ore 10 negli uffici dell’assessorato.