Live Sicilia

Il Sole 24 Ore

La classifica dei sindaci
Orlando al 77° posto in Italia


Articolo letto 26.354 volte
, Politica

L'amministratore più apprezzato nell'Isola è l'agrigentino Lillo Firetto, Seguono Giovanni Ruvolo di Caltanissetta e Giancarlo Garozzo di Siracus

VOTA
3.7/5
3 voti

PALERMO - Nessun primo cittadino siciliano è tra i primi dieci per indice di gradimento in Italia. Questo il dato emerso dalla classifica dei sindaci italiani pubblicata da Il Sole 24ore. L'amministratore più apprezzato nell'Isola è l'agrigentino Lillo Firetto, Seguono Giovanni Ruvolo di Caltanissetta e Giancarlo Garozzo di Siracusa. Dopo si deve scorrere la graduatoria fino al 63° posto dove si attestano Enzo Bianco di Catania e Maurizio Antonello Di Pietro ad Enna. In calo Leoluca Orlando, al 77° posto, che oggi sarebbe riconfermato dalla metà dei cittadini, il sindaco Cinque Stelle di Ragusa Federico Piccitto 86°, il sindaco di Messina Renato Accorinti all'89° posto. Maglia nera per il primo cittadino di Trapani Vito Damiano che chiude al 97° posto.

"Si vota ogni cinque anni proprio perché i sindaci possano progettare sul medio-lungo periodo - ha commentato il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando -, facendo a volte scelte impopolari ad inizio mandato. Il dato del Sole 24 Ore non mi sorprende. Abbiamo attraversato tre anni di deserto; un deserto fatto di aziende partecipate fallite, appalti pubblici bloccati, grandi cantieri che hanno inevitabilmente messo a dura prova la resistenza dei cittadini, servizi da far ripartire a volte da zero, difficoltà finanziarie aggravate dai tagli nazionali e regionali. I grandi risultati che hanno chiuso il 2015 ed aperto il 2016, simboleggiati dal Tram e dal "Patto per Palermo" sono però il segnale che abbiamo raggiunto il punto di svolta e che dal 2016 cominceremo a raccogliere i frutti del duro lavoro di questi anni".

"I dati impietosi parlano chiaro e diradano la cortina fumogena alzata dal Sindaco - dice il consigliere forzista di Palermo Andrea Mineo - la città posta al 106esimo posto per qualità della vita è guidata da un uomo che viene percepito come inadeguato dalla stragrande maggioranza degli intervistati e che è sesto fra i sindaci siciliani e quasi ultimo fra i primi cittadini italiani, al 77esimo posto. In questi anni abbiamo subito un incredibile aumento della tassazione a fronte di servizi scarsissimi, incluso l'ultimo smacco della Ztl. Per quel che concerne, invece, le cose degne di nota portate a termine ,il Sindaco dovrebbe ringraziare le opposizioni che spesso hanno mostrato senso di responsabilità. È ora di cambiare".