Live Sicilia

Palermo

Scontro tra un'auto e il tram
Traffico in tilt in via Da Vinci


Articolo letto 23.070 volte
, Cronaca
L'incidente tra il tram e un'auto in via Da Vinci

Traffico il tilt dopo il primo incidente tra il tram e un'automobile. Il Bombardier bianco, in corsa in via Leonardo Da Vinci lungo la linea 2 diretto a Borgo Nuovo, ha urtato una Opel Corsa grigia.

VOTA
1.9/5
9 voti

PALERMO - Traffico il tilt dopo il primo incidente tra il tram e un'automobile. Il Bombardier bianco, in corsa in via Leonardo Da Vinci lungo la linea 2 diretto a Borgo Nuovo, ha urtato una Opel Corsa grigia. Sono da poco passate le due e la macchina guidata da un uomo, quasi all’altezza con via Pacinotti, è finita addosso al tram. Nonostante il mezzo pubblico fosse pieno, non è stato registrato alcun ferito. Il 'Genio', invece, è stato investito e ammaccato nel lato destro della fiancata. Dopo l’iniziale caos all’ora di punta, i mezzi sono stati rimossi e la circolazione stradale ha ripreso regolarmente. 

Proprio in quel punto, nei pressi della fermata “Pacinotti-Galilei”, il semaforo lampeggia, non essendo ancora entrato a regime. Gli automobilisti in zona denunciano un disagio. “Da quando è stato inaugurato il tram - spiega un residente - il semaforo che dovrebbe aiutare nella viabilità, in realtà, complica il tutto. È sempre arancio e questo genera nei cittadini confusione. Spesso non vengono rispettate le precedenze perché, semplicemente, c'è molta confusione. E oggi è successo il danno”.

Secondo episodio di cronaca ai danni del tram in pochi giorni. Giusto qualche giorno fa, infatti, è stato registrato il primo danneggiamento con furto. A Borgo Nuovo, alla fermata Piazza Santa Cristina, è stato distrutto e saccheggiato il distributore automatico dei biglietti. L’Amat ha immediatamente provveduto alla sostituzione della macchinetta, denunciando tutto contro ignoti.

LE REAZIONI
"Proprio la scorsa settimana-afferma Angelo Figuccia consigliere comunale di Forza Italia- avevo segnalato il pericolo dei semafori non funzionanti, presenti in gran parte della città e avevo letto le dichiarazioni dell'Assessore Catania, che assicurava un intervento immediato subito dopo le festività. Purtroppo però la mancanza di organizzazione e di efficienza hanno impedito all'amministrazione di correre ai ripari prima che accadesse il primo incidente, che ha coinvolto un cittadino, legittimamente confuso a causa dell'assoluta mancanza di chiarezza. A volerla dire tutta-continua Figuccia-non si tratta dell'unico problema ancora irrisolto, perché a completare il quadro mancano mappe e cartine, in grado di guidare i cittadini nei nuovi percorsi, mancano o non funzionano i cartelli relativi ai tempi di attesa, sono assenti ingiustificati i cestini per i rifiuti in tutte le fermate, per non parlare poi dei sistemi di bigliettazioni, decisamente non adeguati ad una rete di tram così all'avanguardia e ancora un sistema di videosorveglianza che impedisca ai soliti incivili di compiere atti vandalici e ai delinquenti di scassinare le macchinette, come è già accaduto. Insomma-conclude Figuccia- la lista sarebbe ancora lunga, ma onde evitare che qualcuno possa farsi veramente male è necessario attivarsi tempestivamente almeno al fine di mettere in sicurezza i cittadini".