Live Sicilia

sanità

I punti nascita chiusi
Allo studio un piano alternativo


Articolo letto 2.633 volte
VOTA
1/5
1 voto

PALERMO - Un piano alternativo per sopperire alla chiusura dei punti nascita non in deroga, e quindi chiusi perché sotto soglia, per fornire garanzie alla salute delle cittadine di Petralia Sottana, Mussomeli, Lipari e Santo Stefano di Quisquina. E' quanto è stato stabilito nel corso dell'audizione in commissione Sanità all'Ars, presieduta da Pippo Digiacomo (Pd), dell'assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi. Il piano sarà elaborato dall'assessorato con il supporto di uno staff di tre esperti-medici e sarà poi sottoposto al vaglio della commissione dell'Ars e quindi al ministero della Salute.