Live Sicilia

fORMAZIONE

"Avviso Tre da ritirare"
Mozione della Lista Musumeci


Articolo letto 6.363 volte
, Politica

Il gruppo d'opposizione lamenta tra l'altro la concentrazione di tutte le risorse su pochi grossi enti. Musumeci: "E' necessario che scuola e impresa tornino a parlare tra di loro".

VOTA
3.5/5
2 voti

PALERMO -  “L’Avviso Tre della Regione sulla formazione professionale è da revocare.” La richiesta arriva dal gruppo Lista Musumeci all’Ars, che ha depositato una mozione per la quale si chiede “l’urgente inserimento all’ordine del giorno dell’Aula”.

Tante le inadeguatezze riscontrate dai deputati dell’opposizione nell’Avviso, giunto alla quinta edizione e la cui scadenza è prevista per il 22 gennaio. Si va “dalla mancanza di risorse aggiuntive necessarie per realizzare percorsi formativi a favore di disabili e detenuti, alla mancata garanzia occupazionale del personale iscritto all’Albo dei formatori. C’è il doppio pericolo – spiegano i deputati Musumeci, Formica e Ioppolo (ai quali si è aggiunta la firma del forzista Assenza) che alla creazione di un nuovo bacino di precariato si determini anche la concentrazione di tutte le risorse su pochi grossi enti, con la inevitabile chiusura di centinaia di enti di formazione e gravissime ripercussioni sul piano occupazionale. “Abbiamo il fondato timore – dichiara Nello Musumeci – che questo Avviso tre sia il frutto di un tavolo tra compari, col governo, le note sigle sindacali e i soliti enti amici del giaguaro. Non c’è alcuna garanzia per le migliaia di formatori iscritti all’Albo e per gli altri enti di formazione che hanno diritto a pari dignità e responsabilità. Non è questa la riforma della formazione che in Sicilia si attende da tre anni dal governo Crocetta.”

La ricetta provvisoria che propongono gli autori della mozione consiste  “nella realizzazione, entro 30 giorni, di un nuovo Avviso che preveda le necessarie risorse aggiuntive per realizzare percorsi formativi a favore di disabili e detenuti ed assicuri la tenuta dell’attuale sistema formativo siciliano, senza nuove assunzioni ma con l’impiego di chi da anni vive un doloroso Calvario.” Ma la soluzione definitiva – si legge nel documento dei deputati dell’opposizione -  va ricercata ben oltre gli enti piccoli e grossi e cioè “nella creazione  di una Agenzia formativa, agile e snella,  che salvaguardi e valorizzi gli operatori iscritti all’Albo e gestisca le risorse del Fse d’intesa con le Università, gli Istituti tecnici e professionali e la rete produttiva della Regione e che preveda strumenti di riconversione degli enti di formazione.” Più esplicito Nello Musumeci: “Sistema educativo e sistema formativo debbono coincidere,  è necessario che scuola e impresa tornino a parlare tra di loro. Solo così potremo tutelare in Sicilia operatori e allievi."

aggiornamento 17,20 I deputati del gruppo Lista Musumeci non parteciperanno ad alcuna seduta d’aula che avrà come oggetto iniziative in tema di Formazione professionale fino alla revoca dell’Avviso 3.  Lo hanno comunicato, con una nota al presidente dell’Assemblea Regionale Giovanni Ardizzone, i deputati Nello Musumeci, Gino Ioppolo e Santi Formica che questa mattina hanno depositato un’articolata mozione nella quale si chiede l’urgente inserimento all’ordine del giorno, nella prima seduta d’aula disponibile, della revoca dell’Avviso 3 sulla formazione professionale.