Live Sicilia

nel nisseno

Gela, intimidazione a un consigliere
Incendiata l'auto in pieno centro


Articolo letto 18.097 volte
auto fiamme, gela, Caltanissetta, Cronaca
L'auto incendiata a Gela

La Bmw di Salvatore Scerra era parcheggiata davanti a un ufficio dei carabinieri.

VOTA
3/5
2 voti

GELA (CALTANISSETTA) - Toccherà ai carabinieri di Gela scoprire cosa si nasconde dietro all'attentato incendiario che la scorsa notte ha distrutto l'auto del consigliere comunale di Forza Italia, Salvatore Scerra, 32 anni. Si tratta di una Bmw Touring che ignoti hanno dato alle fiamme, poco prima dell'alba, in piazza Roma, nei pressi dell'abitazione di Scerra, dove c'è un presidio dei carabinieri aperto solo in alcune ore della giornata. Ad accorgersi che la vettura era avvolta dalle fiamme è stata la stessa vittima, che ha avvertito le forze dell'ordine. Il rogo è stato domato dai vigili del fuoco. L'auto è andata completamente distrutta.

Scerra è stato sentito dai carabinieri del Reparto territoriale che sul l'attentato hanno aperto un fascicolo. Possibile che le telecamere degli esercizi commerciali della zona abbiano potuto riprendere le sequenze dell'incendio? I militari lavorano a 360 gradi per dare un nome ed un volto a chi ha agito, non tralasciando nessuna ipotesi, compresa quella dell'intimidazione tesa a condizionare l'attività politica di Scerra, eletto alle amministrative dello scorso maggio nella fila di Forza Italia e da poco anche Presidente della commissione Bilancio. "Per ora, voglio solo tranquillizzare la mia famiglia che è molto scossa per quello che è accaduto". Così ha commentato brevemente la vittima, non aggiungendo altre dichiarazioni. Numerosi gli attestati di solidarietà che stanno arrivando al consigliere Scerra dal mondo politico ed istituzionale. Per Romina Morselli (Pd) "Scerra saprà rispondere con la determinazione e la forza che lo contraddistinguono a questo atto vigliacco". Vicinanza espressa anche "Destra in Movimento" e dal "Partito Democratico Gela".