Live Sicilia

trapani

Aggredirono un'intera famiglia
La polizia arresta due sorelle


Articolo letto 11.467 volte
aggressione famiglia, fucile aria compressa, trapani, Trapani

Dopo aver dato fuoco al portone di casa, sono entrate armate di bastoni, coltello e fucile ad aria compressa.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Aggredirono un uomo con calci e pugni, ferendolo anche con un fucile ad aria compressa e un coltello, e ora sono finite agli arresti. Si tratta di Loredana e Paola Veronica Mannone, di 37 e 30 anni, sorelle, che dovranno scontare un anno e sei mesi e un anno e otto mesi di carcere.

Le due donne, arrestate dalla squadra mobile di Trapani, sono accusate di violazione di domicilio e lesioni personali aggravate. I fatti risalgono al marzo del 2012, quando, con altri loro familiari, furono protagoniste di una violenta aggressione ai danni di un pregiudicato, della moglie di quest'ultimo e dei figli. Dopo aver dato fuoco e scardinato con calci e pugni la porta di ingresso dell'appartamento, sono entrate armate di bastoni, un coltello ed un fucile ad aria compressa malmenando il padrone di casa. L’uomo riuscì a scappare nascondendosi alla fine all'interno di un cassonetto dei rifiuti. Anche la moglie della vittima e i giovanissimi figli furono aggrediti: uno di questi scappò calandosi da un palo della luce.