Live Sicilia

il vicepresidente della camera a vittoria

Di Maio: "Gli inceneritori?
Un affare per i sostenitori di Renzi"


Articolo letto 14.454 volte

, Ragusa
VITTORIA (RAGUSA) - "Dove si fanno gli inceneritori non si fa la raccolta differenziata, e noi lo stiamo dimostrando a Parma. Il punto fondamentale è che gli inceneritori sono un business che Renzi deve fare perché le società che li costruiscono gli devono finanziare la campagna elettorale". La ha affermato Luigi Di Maio alla consegna a Vittoria da parte del M5s della casa alla famiglia Guarascio. "Se capiamo questo - ha aggiunto - perché ha salvato la banca, perché gli finanziavano la Leopolda, perché sta facendo gli inceneritori e le opere inutili. Tutto questo serve a finanziare le lobby che gli hanno finanziato la campagna elettorale".

"Siamo contenti oggi perché è il giorno in cui veniamo in possesso della casa che mio padre costruì con grande fatica ma al contempo siamo amareggiati". Lo dicono Martina e Antonio, i due figli del muratore di Vittoria Giovanni Guarascio che il 13 maggio 2013 si diede fuoco per impedire lo sfratto dalla sua casa, a margine della riconsegna alla famiglia fatta dai parlamentari del Movimento 5 Stelle. "Amareggiati - aggiungono - perché per ricomprare la casa ci hanno obbligati a rinunciare alla costituzione di parte civile nell'istituendo processo sulla turbativa d'asta. Lo hanno fatto tramite il legale di chi ha rivenduto la casa". "Dobbiamo ringraziare gli italiani - dice Antonio - e la trasmissione 'Servizio pubblico' che ha dato 78 mila euro che sono serviti per curare la mamma rimasta anche lei gravemente ustionata quel maledetto giorno, spese legali e quota per riacquistare la casa".