Live Sicilia

elezioni comunali

Palermo, Romano scende in campo
"Orlando è un fallimento"


Articolo letto 7.717 volte
comunali, orlando, palermo, saverio romano

In vista delle prossime Comunali, l'ex ministro (nella foto) in un video su Facebook critica il Professore e lancia un appello: "Serve un progetto per la città".

VOTA
1.7/5
6 voti

PALERMO - Saverio Romano scende in campo. E, con tanto di tuta targata “Italia”, posta un video su Facebook in cui chiama alle armi il centro e il centrodestra in vista delle prossime Comunali. Con la campagna elettorale ormai alle porte e il Professore che ha confermato di volersi ricandidare, i partiti sono in fermento e alla ricerca di nomi spendibili per l’appuntamento con le urne previsto per la primavera del 2017.

L’ex ministro dell’Agricoltura non dice esplicitamente di volersi candidare, ma è senza dubbio il primo big ad aprire le danze. “Orlando era sindaco quando c’era il muro di Berlino, non sono da meno Bianco a Catania o Bassolino a Napoli - dice Romano nel video - dove sono i cinquantenni, questa classe dirigente che ha 20 anni in meno e non si misura con il governo della propria città? Se si hanno passione e progetti, è il momento di tirarli fuori: lo dico agli illuminati palermitani, a chi si è rifugiato mantenendo in mano un brandello dell’antimafia parolaia, ma soprattutto a chi vuole impegnarsi. Non importa chi farà il sindaco di Palermo, se gli daremo una missione per questa città”.

Un video che ha subito riscosso il plauso di tanti amici e sostenitori. “Oggi c’è bisogno di mettere insieme tutte le energie possibili per Palermo - dice Romano a Livesicilia - Palermo non è governata ed è abbandonata al suo destino. I media sono stati monopolizzati dal mal governo di Crocetta: solo per questo il disastro di Palermo non emerge. Mi sto muovendo per mettere insieme queste energie e faccio appello a chi ha abbandonato l’impegno civile: non sono candidato, ma chiedo a tutti di preparare un progetto e troveremo chi potrà interpretare un ruolo guida. I palermitani a Orlando hanno dato più di una chance, ma se nella Primavera c’è stata una ventata di novità tutte le altre esperienze sono da dimenticare”.

Difficile dire che effetti sortirà l’appello di Romano, specie nel centrodestra, visto che l’ex ministro è il coordinatore dei gruppi parlamentari di Ala, il movimento che fa capo a Denis Verdini e che dialoga con Renzi collocandosi al centro. Anche se in Sicilia le logiche degli schieramenti non sono speculari a quelle romane. Si vedrà se sarà lui o meno il candidato, ma di certo l’uscita mediatica contribuirà a rendere vivace una corsa a Palazzo delle Aquile sin qui in sordina.