Live Sicilia

la vertenza

Il vertice della Cgil su Gela
"Alzeremo il livello dello scontro"


Articolo letto 13.373 volte

Secondo il sindacato "la mobilitazione proseguirà". Nella foto il segretario regionale Michele Pagliaro

VOTA
0/5
0 voti

, Caltanissetta
GELA (CALTANISSETTA) - "La mobilitazione a Gela per ottenere risposte dall'Eni proseguirà, alzando anche il livello dello scontro. E continuerà anche per il resto del settore petrolchimico in Sicilia, nel cui ambito vertenze come quella della Versalis a Priolo restano aperte". E' questo la decisione scaturita da un vertice che la Cgil Sicilia ha tenuto oggi a Gela con la partecipazione di tutte le strutture territoriali e di categoria interessate. "E' chiaro- dicono Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia, e Monica Genovese, della segreteria regionale Cgil- che si tratta di vertenze che non riguardano una sola città e un solo sito industriale, ma l'intera Sicilia e il suo futuro produttivo". "Per questo come Cgil abbiamo deciso di percorrere la strada del coordinamento tra strutture e categorie - spiegano- per tenere alto il livello della pressione e della lotta per ottenere risposte. Non si può consentire - aggiungono Pagliaro e Genovese- che pezzi importanti dell'industria abbandonino la Sicilia nell'assenza della politica e delle conseguenti politiche di sviluppo. Rivendichiamo risposte ai problemi della petrolchimica in Sicilia, a partire dall'attuazione dell'accordo su Gela".