Live Sicilia

la decisione del plenum del csm

De Francisci lascia Palermo
Sarà pg a Bologna


Articolo letto 2.926 volte
csm, de francisci

Votato all'unanimità dall'organo di autogoverno della magistratura.

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Promozione dal Csm per Ignazio De Francisci, attualmente avvocato generale a Palermo e Fausto Cardella, ora procuratore all'Aquila. All'unanimità il plenum li ha nominati rispettivamente procuratori generali di Bologna e di Perugia. In magistratura dal 1977, De Francisci ha fatto parte dello storico pool antimafia con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e poi della Dda di Palermo. Ha lavorato alle indagini che portarono alla cattura di Leoluca Bagarella e tra i tantissimi processi di mafia di cui si e' occupato, c'e' quello per l'omicidio di Boris Giuliano, dirigente della Squadra mobile di Palermo. Anche Cardella indossa la toga dal 1977 e per lui si tratta di un ritorno a Perugia, dove e' stato a lungo sostituto: tra le indagini di quegli anni quelle sul sequestro di Augusto De Megni. Nella sua lunga carriera Cardella ha fatto anche parte del pool di magistrati che a Caltanissetta ha condotto le indagini sulle stragi in cui morirono Falcone e Borsellino. L'unanimita' al Csm c'e' stata anche su altre cinque nomine:quelle di Pietro Mennini, ora procuratore a Chieti, a Pg dell'Aquila; di Rosanna Iesulauro a presidente della Corte d'appello di Campobasso (attualmente e' presidente di sezione nello stesso ufficio); di Guido Rispoli, ora procuratore a Bolzano, a Pg di Campobasso; di Luciano Egidio Maria Gerardis, attualmente presidente del tribunale di Reggio Calabria, a Pg della stessa citta'; di Mario Vincenzo D'Aprile, ora presidente del tribunale di Ancona, a presidente della Corte d'appello di Perugia. E' passata invece a maggioranza la nomina del nuovo Pg di Torino: l'incarico e' andato a Francesco Enrico Saluzzo, procuratore a Novara, che ha avuto la meglio su Paolo Cesare Maria Tamponi, procuratore a Vercelli.