Live Sicilia

Palermo, via Evola

"Il magnete rallentava il contatore"
Arrestato per furto di luce


Articolo letto 5.851 volte
arresto, energia elettrica, furto luce, polizia, Cronaca
Il magnete sequestrato dalla polizia

In arresto un pluripregiudicato per estorsione. Aveva abbattuto i costi in bolletta per almeno il novanta per cento.

VOTA
2/5
4 voti

PALERMO - Alti consumi, ma costi abbattuti per almeno il novanta per cento in un'abitazione, dove la polizia ha arrestato un 51enne per furto di energia elettrica.

Si tratta di Giuseppe Savoca, pluripregiudicato palermitano già condannato per estorsione aggravata: i poliziotti del commissariato Brancaccio si sono recati in via Evola in seguito a diverse segnalazioni ricevute. Insieme agli agenti, i tecnici dell'Enel che hanno accertato la presenza di un magnete, posizionato sopra il contatore.

In questo modo il 51enne avrebbe falsato i consumi energetici, riuscendo a sborsare pochi spiccioli per la luce che arrivava nel suo appartamento. Il magnete ed il contatore sono stati sequestrati, mentre l'arresto è stato convalidato.

Per Savoca sono stati disposti i domiciliari. Ieri a finire in manette erano state ben sette persone: i loro appartamenti, tutti nello stesso palazzo, erano collegati all'impianto di illuminazione pubblica abusivamente.