Live Sicilia

Sicilia democratica

"Riscrivere il Patto per la Sicilia?
Bisognava discuterne all'Ars"


Articolo letto 2.129 volte
VOTA
0/5
0 voti

Il capogruppo di Sicilia democratica Giambattista Coltraro
PALERMO - "Dell'eventuale revoca del Patto per la Sicilia si doveva discutere in sede assembleare e non in sede di commissione Bilancio, in quanto l'iniziativa del governo rappresentava una partenza per il rilancio economico della Sicilia". Lo dichiara Giambattista Coltraro, capogruppo parlamentare di Sicilia Democratica all'Ars.

"E' vero che alcuni territori non erano espressamente interessati al Patto per la Sicilia - ha aggiunto Coltraro - ma tale problematica andava affrontata e risolta nelle sedi opportune. Il piano di ripartizione semmai va rivisitato, non bloccato".

Ed ancora: "Occorre accelerare il processo che consente a Comuni e imprese dell'isola di beneficiare di somme che aprono la strada alla ripresa economica di una regione che, specie nei settori cui sarebbero destinati gli interventi del Patto per il sud, avrebbe molto da offrire. Parlo di offerta turistica, strade, trasporti e di tutto l'indotto che ruota attorno ad essi."

"Sicilia Democratica - prosegue il capogruppo all'Ars - nasce dal territorio e vive sul territorio, il piano che la commissione Bilancio ha stoppato rappresenta un punto cruciale del proprio manifesto programmatico, pertanto non può, essendo lo stesso ormai giunto ad una fase attuativa, essere stoppato. Sicilia Democratica - conclude Coltraro - intende, dunque, avviare ogni azione politica necessaria  a che il piano possa divenire operativo, essendo, lo sviluppo del territorio siciliano, obiettivo principale del proprio programma".