Live Sicilia

Palermo

Epidurale per le partorienti
Nuovo servizio a Villa Sofia


Articolo letto 18.470 volte
, Salute
Il professore Antonio Perino e la dottoressa Rita Oliveri

Da qualche settimana è attivo presso il Presidio Ospedale Cervello dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello il servizio di partoanalgesia.

VOTA
1/5
1 voto

PALERMO - L’analgesia epidurale per tutte le donne partorienti che desiderino, durante il travaglio, avvalersi di questa tecnica in grado di alleviare il dolore del parto. Da qualche settimana è attivo presso il Presidio Ospedale Cervello dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello il servizio di partoanalgesia. Un servizio gratuito, attivo h24 grazie ad un progetto voluto e finanziato dal Direttore Generale Gervasio Venuti, e reso possibile dalla fattiva collaborazione di anestesisti e ginecologi, con le due unità operative di Ostetricia e Ginecologia, diretta dal professore Antonio Perino e di Anestesia e Rianimazione, responsabile la dottoressa Rita Oliveri.

Per potere usufruire dell’analgesia nel parto le partorienti dovranno necessariamente eseguire, dalla 34° alla 38° settimana di gravidanza, la visita anestesiologica in occasione della quale sarà illustrata la tecnica. Per prenotare la visita anestesiologica ci si può rivolgere all’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia del Cervello. Le donne interessate avranno la possibilità di partecipare alla conferenza sulla analgesia epidurale nell’ambito del corso pre-parto, organizzata mensilmente dall’Azienda, durante la quale l’anestesista ed il ginecologo risponderanno a tutte le domande e ai dubbi delle partorienti.