Live Sicilia

La nota

"Metto fine al digiuno
Ma non smetto di pregare"


Articolo letto 2.191 volte

DI BIAGIO CONTE "Dedicheremo un edifico al martirio del giovane Aldo Naro di San Cataldo, giovane ucciso in una rissa in una discoteca di Palermo".

VOTA
1/5
1 voto

"I poveri e gli emarginati, i più deboli saranno sempre la mia vita e la primaria attenzione. Sono pronto a dare anche la vita, lo stesso per il bene di Palermo e di questa società. Ho sempre creduto ad un mondo più giusto e fraterno, ma non riesco a rimanere indifferente davanti al male e la sopraffazione. Mi vado rendendo conto e sono sempre più convinto che il cammino e ancora in salita, bisogna camminare rispondendo al male, alle ingiustizie, all’inerzia con le opere buone, con i fatti e non solo con le parole. Credo al bene e sicuro che il bene respingerà e convertirà chi fa il male.

Sospendo, momentaneamente, il digiuno ma non la preghiera, ringraziando di vero cuore i due imprenditori (Alfredo e Francesco), la loro rinuncia contribuisce al bene comune, per avere restituito l’ex Fonderia Basile ai poveri. Ringrazio il fraterno Vescovo Corrado, amico dei poveri e diseredati, anche l’Emerito Paterno Cardinale Paolo Romeo per la loro visita e costante vicinanza, ringrazio il Sindaco Leoluca Orlando per la sua solidarietà, tutti i poveri, i volontari e i cittadini per essermi stati vicini, soprattutto i giovani, a chi opera per il bene comune. Così insieme e solamente insieme possiamo veramente costruire un mondo migliore. Adesso e veramente tempo di seminare coraggio e forza, insieme raccoglieremo i frutti. Rimango stabile e vicino a tutti quelli che aiutano il nostro prossimo e a chi ancora non lo fa, di donarsi al più presto a chi soffre! Ringrazio tutti i benefattori che in questi anni di Missione hanno contribuito ai bisogni e alla ricostruzione della Missione di Speranza e Carità, è grazie al suggerimento di questa cittadina che ci invita tutti a fare un gesto di solidarietà, basterebbe un euro ciascuno, dice, è realizzeremmo l’opera a fin di bene dell’ex Fonderia Basile per la riabilitazione e il reinserimento degli emarginati.

Estendo questo appello a Palermo e a tutti i paesi e le città della preziosa Sicilia (donando contribuisce agli altri e a se stesso). Fiducioso e pieno di speranza per le altre problematiche della Missione, dell’interminabile attesa della firma per lo sblocco e il funzionamento dei pannelli fotovoltaici di via Decollati, ex caserma aeronautica (chiedo e spero in un incontro con il Presidente Crocetta della Regione Sicilia), per i restati spazi dell’ex istituto Santa Caterina. Sono informato che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha tanto a cuore la riqualificazione e l’utilizzo dell’ ex caserma aereonautica, dove dedicheremo un edifico al martirio del giovane Aldo Naro di San Cataldo, giovane ucciso in una rissa in una discoteca di Palermo".