Live Sicilia

La nota

Villa d'Orléans, ancora caos
sulla sorte degli uccelli


Un gruppo di anatre di Villa d'Orléans

Il comunicato infuocato dell'ex gestore, Salvatore Lauricella. LE FOTO

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO- Non si placa la polemica su Villa d'Orléans e suoi suoi animali. Si legge in un comunicato dell'ex gestore del parco, Salvatore Lauricella: "L’Amministrazione Regionale, non rispettando il “Piano di Sgombero Coattivo” predisposto dai suoi esperti e approvato dal TAR, trasferirà all’Istituto Zootecnico gli uccelli ospitati a Villa d’Orléans. Con Ordinanza del TAR del 9 novembre 2015 n° 2134 è stato riconosciuto idoneo ed eseguibile il piano di sgombero disposto dall’Amministrazione Regionale per il trasferimento degli animali di proprietà della società Lauricella. Detto piano in sintesi prevede precisamente: “ Il periodo in cui dovrà essere effettuato lo sgombero include i mesi di ottobre e novembre p.v., ………… periodo più idoneo per effettuare traslocazione di animali. Sono esclusi il periodo estivo e quello invernale per la presenza di temperature o troppo elevate o troppo basse, …………, la primavera è stata esclusa per la possibilità che si sia avviata la stagione riproduttiva, durante la quale è fortemente sconsigliato lo spostamento di animali.” Quindi il piano è esecutivo! Nonostante la disposizione del TAR a rispettare tale piano di sgombero, l’Amministrazione Regionale procederà lo stesso, disattendendo il provvedimento emesso da se medesima: infatti con nota n° 568 del 4 febbraio 2016 dispone lo sgombero degli animali per il giorno 9 p.v. alle ore 13,00. Nel piano della Regione Siciliana sono previsti per il trasferimento esclusivamente i mesi di ottobre e novembre. Escludendo tutti gli altri mesi, perché ritenuti pericolosi per il benessere animale. Peraltro gli animali esotici e rari oggetto del trasferimento verranno portati all’Istituto Zootecnico Sperimentale, noto alle cronache odierne per le gravi condizioni economiche cui versa. Le voliere predisposte per ospitare i pregiati uccelli di Villa d’Orléans non sono altro che vecchi pollai riadattati, ma sempre pollai. Nessun arricchimento ambientale o reti sicure. Paradossalmente la società Lauricella ha provveduto a diffidare gli enti regionali interessati affinché rispettino il piano di sgombero predisposto dalla stessa Amministrazione Regionale".