Live Sicilia

mazara del vallo

A fuoco mezzi per la raccolta rifiuti
Appartengono a un privato


Articolo letto 8.454 volte
mazara del vallo, rifiuti, Trapani

La denuncia del sindaco, Nicola Cristaldi: "L'attentato di questa notte è frutto di un clima che è stato artatamente creato attraverso la diffusione di notizie false che hanno portato numerosi soggetti a ritenere che il Comune sia colpevole di mancati pagamenti nei confronti dell'Ato Belice Ambiente"

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un attentato è stato compiuto nella notte ai danni della ditta Tech Servizi srl, aggiudicataria del servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio di Mazara del Vallo "stante l'abbandono del servizio raccolta da parte della Belice Ambiente spa in liquidazione", sottolinea il sindaco Nicola Cristaldi. Sono andati totalmente distrutti quattro mezzi e gravemente danneggiati altri tre mezzi, suppellettili, materiali in uso alla ditta e ai nuovi cassonetti, appena arrivati per sostituire quelli vecchi e degradati. L'attentato è stato compiuto usando benzina i cui bidoni vuoti sono stati trovati sul posto. Le indagini sono svolte dai carabinieri. L'attentato porterà naturalmente qualche disagio alla popolazione al seguito del rallentamento del servizio.

"L'attentato di questa notte è frutto di un clima che è stato artatamente creato attraverso la diffusione di notizie false che hanno portato numerosi soggetti a ritenere che il Comune di Mazara del Vallo sia colpevole di mancati pagamenti nei confronti dell'Ato Belice Ambiente spa in liquidazione", afferma Cristaldi. "Va anche sottolineato - aggiunge - che il Comune di Mazara del Vallo è tra i pochi comuni che nell'individuare le ditte esecutrici del servizio di raccolta sostitutive dall'Ato Belice, ha sempre svolto regolari indagini di mercato con avvisi di manifestazione di interesse pubblico. Vi sono precise responsabilità che devono essere perseguite e mi affido alle Forze dell'Ordine e alla magistratura per l'identificazione dei responsabili e per l'individuazione delle cause dell'attentato, delle cosiddette proteste degli ultimi mesi e più generalmente del cima che è stato creato".