Live Sicilia

il ddl cirinnà

Unioni civili, battaglia all'Ars
Udc-Ncd: "Referendum abrogativo"


Articolo letto 1.565 volte
VOTA
0/5
0 voti

CALTANISSETTA - "Presenteremo un ordine del giorno all'Assemblea regionale siciliana per impegnare il presidente della Regione, Rosario Crocetta, a promuovere il referendum abrogativo - come prevede l'articolo 75 della Costituzione - se il testo del ddl Cirinnà sulle Unioni civili sarà approvato nell'attuale forma". Lo scrive, in una nota, l'intergruppo di Udc e Ncd al Parlamento siciliano che si è riunito oggi a Caltanissetta. Dopo aver, inoltre, ascoltato il presidente della commissione Bilancio dell'Ars, Vincenzo Vinciullo e analizzato il testo della Finanziaria regionale, il gruppo ha messo a punto la linea che i deputati regionali seguiranno durante i lavoro a Sala d'Ercole. Le dirigenze dei due partiti hanno varato anche un coordinamento unico per avviare una serie di iniziative comuni sui territori e una grande manifestazione in Sicilia. All'incontro di oggi hanno partecipato il presidente nazionale dell'Udc, Gianpiero D'Alia, il responsabile nazionale enti locali di Ncd, Dore Misuraca, i responsabili regionali del partito di Alfano, gli onorevoli Giuseppe Castiglione e Francesco Cascio, gli assessori regionali dell'Udc, Giovanni Pistorio e Gianluca Micciché, l'assessore ai Beni culturali Franco Vermiglio e i deputati all'Ars dei due partiti.